domenica 7 marzo 2021

Reseña tetralogía "El cementerio de los Libros Olvidados", Carlos Ruiz Zafón

 

Autore: Carlos Ruiz Zafón
Titolo: El prisioniero del cielo
Serie: El cementerio de los Libros Olvidados #3
Prezzo: cartaceo 11,87  e-book 7,99

Link d'acquisto: QUI

Serie El cementerio de los Libros Olvidados:
3)El prisioniero del cielo
4)El laberinto de los espiritus


"Hay épocas y lugares en los que no ser nadie es màs honorable que ser alguien"

 
Trama
Nel dicembre del 1957 un lungo inverno di cenere e ombra avvolge Barcellona e i suoi vicoli oscuri. La città sta ancora cercando di uscire dalla miseria del dopoguerra, e solo per i bambini, e per coloro che hanno imparato a dimenticare, il Natale conserva intatta la sua atmosfera magica, carica di speranza. Daniel Sempere - il memorabile protagonista di "L'ombra del vento" è ormai un uomo sposato e dirige la libreria di famiglia assieme al padre e al fedele Fermín con cui ha stretto una solida amicizia. Una mattina, entra in libreria uno sconosciuto, un uomo torvo, zoppo e privo di una mano, che compra un'edizione di pregio di "Il conte di Montecristo" pagandola il triplo del suo valore, ma restituendola immediatamente a Daniel perché la consegni, con una dedica inquietante, a Fermín. Si aprono così le porte del passato e antichi fantasmi tornano a sconvolgere il presente attraverso i ricordi di Fermín. Per conoscere una dolorosa verità che finora gli è stata tenuta nascosta, Daniel deve addentrarsi in un'epoca maledetta, nelle viscere delle prigioni del Montjuic, e scoprire quale patto subdolo legava David Martín - il narratore di "Il gioco dell'angelo" - al suo carceriere, Mauricio Valls, un uomo infido che incarna il peggio del regime franchista...



"¿De donde vienes?" pregunto aquella mujer que Fermin en su delirio creyo que era su madre..
"De entre los muertos madre" - murmuro- "Entre los muertos!!"




Reseña

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione del terzo volume de "Il cimitero dei libri dimenticati"; in questo terzo capitolo ritroviamo i vecchi personaggi dell'Ombra del Vento, ma anche David Martin, de "Il gioco dell'angelo", e se il secondo mi aveva un po' delusa, con questo penultimo volume, ho avuto modo di riapprezzare Zafón, che ha ricollegato tuto.
Durante la lettura abbiamo modo di conoscere il passato di Fermin, un passato legato a Daniel, ma anche a David Martin, che è indissolubilmente legato alla famiglia Sempere.
Ciò che rende il romanzo interessante, è l'intreccio tra passato e presente, che permette a noi lettori di capire sempre più tutti i personaggi, e ad aprire le porte a quel passato intrecciato al presente è il romanzo "Il Conte di Montecristo"; abbiamo anche un Daniel accecato dalla gelosia e dalla voglia di vendicare la morte della madre Isabella, soprattutto quando Fermin gli racconta la sua storia e vengono fuori particolari interessanti.
"Il Prigioniero del cielo" fa da ponte tra i primi due romanzi e l'ultimo, che recupererò appena finisco un libro che sto leggendo a casa (anche Il Labirinto degli spiriti è a casa che mi aspetta :D ); altro non vi dirò, se non: fatevi trasportare dall'ennesimo capolavoro di un uomo straordinario, Carlos Ruiz Zafón, che, ne sono certa, ci regalerà anche un finale da paura!


La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3



"El futuro no se desea; se merece"

sabato 6 marzo 2021

Il commissario Ricciardi - serie tv (recensione)

Buongiorno, eccomi qui, a parlarvi di una nuova serie tv tutta italiana


Titolo: Il commissario Ricciardi
Paese: Italia
Anno: 2021- in produzione
Formato: serie tv
Genere: poliziesco, drammatico, storico, fantastico
Stagioni: 1
Episodi: 6
Durata: 100 min (episodio)
Lingua: italiano

Informazioni

Il commissario Ricciardi è una serie televisiva italiana tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni con protagonista il commissario omonimo (interpretato da Lino Guanciale), prodotta da Clemart e Rai Fiction, diretta da Alessandro D'Alatri e trasmessa su Rai 1.



Trama

La storia, ambientata nella Napoli degli anni trenta in pieno regime fascista, segue le indagini del commissario di polizia Luigi Alfredo Ricciardi; l'uomo vive con la vecchia tata Rosa, che si è occupato di lui fin dalla più tenera età e che, dopo la morte della madre Marta, ne è di fatto diventata la madre affettiva. Ricciardi custodisce un terribile segreto ereditato dalla madre, che chiama il Fatto: è in grado di percepire gli spiriti delle vittime di morte violenta (sia incidenti che omicidi) in un'immagine evanescente nei luoghi del decesso, che continuano a ripetere ossessivamente la frase che stavano pensando nel momento della morte.

Oltre a Rosa, gli affetti di Ricciardi sono pochissimi proprio a causa della sua maledizione: il brigadiere Raffaele Maione, al quale è legato sin dalla tragica perdita del suo primogenito Luca; il dottor Bruno Modo, antifascista convinto, che lavora presso l'ospedale dei Pellegrini; Enrica Colombo, una ragazza che abita nel palazzo di fronte, della quale è innamorato.



Recensione

Buongiorno e bentornati con la recensione della serie tv sul Commissario Ricciardi (so che esistono dei libri, ma ammetto di non averli letti) :D.

Ieri ho finito di vederla, dire che sta serie è magistrale e fuori dall'ordinario E' UN EUFEMISMO! 6 puntate, tutte da 2 ore (meno se come me usate raiplay), dove conosciamo Luigi Alfredo Ricciardi, commissario di polizia, che fin da piccolo, come la madre, prima di lui, convive con una maledizione: vedere i fantasmi delle persone morte assassinate e sentire dalle loro labbra, l'ultima frase o parola, che hanno pensato prima di morire.


Ovviamente, essendo una serie ispirata a dei libri, sono tutti in ordine cronologico (tranne l'ultima, perché quella precedente, che è stata saltata, e so chiamarsi "Per mano mia", nel libro è ambientata in pieno inverno, la serie era stata girata in estate, capite pure voi, che tirare fuori della neve in estate sarebbe stato impossibile, per cui sono passati alla successiva, "In fondo al tuo cuore"); ogni puntata ha un caso a sé, che Ricciardi risolve pian piano, anche grazie a Maioni e a Bambinella, che a ogni puntata mi faceva morire di risate!

A fare da contorno ai casi, ci sono le storie personali dei personaggi: il Brigadiere Maioni, sposato con quattro figli (originariamente 5, ma il maggiore ha perso la vita, perché voleva fare il poliziotto come il padre, e chi mandiamo a capire che è successo? Ma Ricciardi, ovviamente! Così i due si conoscono e non si mollano più); Ricciardi invece vive con tata Rosa, una donna che ha sempre avuto cura di lui, da quando la madre se n'è andata e che NON SA NIENTE della loro maledizione, non a caso spera sempre che il caro signorino, come lo chiama lei, prima o poi metta su famiglia, ma lui non ci pensa proprio! E per finire tra gli affetti di Ricciardi abbiamo altre due persone: il dottor Bruno Modo antifascista convinto, che è il medico legale, ma è antifascista convinto; l'ultimo ma non per importanza, affetto di Ricciardi è la vicina di casa Enrica Colombo, ragazza di cui Ricciardi è da sempre innamorato e da cui è ricambiato. Ogni puntata vi farà morire, e poi rinascere, fino alla puntata finale, con un finale sospeso, fatto apposta, per la seconda (già confermata), stagione!


Tra i due sembra possa esserci qualcosa, ma poi, come al solito, ci si mette in mezzo altro, o qualcun altra, e sembra andare tutto a rotoli.. Chi ha letto i libri sa come andrà a finire, io no; la serie ti trasporta in un passato accurato che cattura, perché diciamocelo: qualcuno ha avuto la forza di staccarsi da sta serie tv? Secondo me no!

Altro non vi dirò se non: vi manca andare a teatro per colpa della pandemia? Guardatevi Il Commissario Ricciardi e il teatro ve lo troverete dentro casa!


La mia valutazione


Alla prossima

Luce <3



venerdì 5 marzo 2021

Segnalazione "Heaven is a lie", Eva Lane

 Buongiorno e bentornati sul blog con una nuova segnalazione


Autrice: Eva Lane

Titolo: Heaven is a lie

Casa editrice: Self Publishing

Genere: Dark romance

Data d'uscita: 25/2

Numero pagine : 225

Prezzo e-book  €1,99

Iink acquisto: QUI


Trama

Io sono il numero ventitré.

Un numero, che mi ha tolto sin dall'adolescenza la mia identità.

Si può scegliere il nostro destino?

Si può precipitare all'inferno e temere di non riuscire a uscirne?

Ma un giorno i miei occhi hanno incrociato quelli di lei e ho capito che il mio inferno

avrebbe distrutto il suo paradiso.

La odio... e la voglio. 

Lei adesso è mia.

Lei è il paradiso e io sono l'inferno.

Perchè il paradiso è una bugia.


Per oggi è tutto, a presto


Luce <3

giovedì 4 marzo 2021

Cover reveal + segnalazione " Until the last Breath", Silvia Mero

 


Buongiorno e bentornati sul blog con il cover reveal unito alla segnalazione del nuovo romanzo di Silvia Mero



Titolo: Until the last breath 

Autore: Silvia Mero

Genere: Young Adult, Fantasy

Editore: Self Publishing

Grafica: Palma Caramia

Autoconclusivo

Data pubblicazione: 08 Marzo 2021

Cartaceo: 12,00 euro

Ebook: 1,99 euro

Kindle Unlimited: Disponibile


Trama

Cosa succede quando tutto ciò che pensavi di conoscere viene spazzato via? Quando scopri che tutto è scritto e il soprannaturale non è solo elemento di alcuni romanzi?

Allie Adams ha diciotto anni e l’arrivo di due nuovi compagni, bellissimi e al contempo strani e solitari, le fa sorgere dei dubbi.

Quando comincia a notare strane coincidenze, capisce di dover andare a fondo della questione.

Ma…

Il destino verrà a chiedere il conto e quando lo farà niente sarà più lo stesso.


Biografia


Silvia Mero nasce a Roma l’8 Ottobre del 1992.

Frequenta le scuole della sua città, si diploma al liceo classico e si laurea in “Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare”, all’Università di Roma – La Sapienza.

Inizialmente non amava leggere, anzi i libri rappresentavano una forzatura e una tortura. Ma un giorno, una sua amica le suggerì di leggere “Twilight” e da lì iniziò la sua passione.

È un’inguaribile romantica, e crede nell’amore come elemento fondamentale della vita di ognuno.

Ha iniziato a scrivere per caso e ha scoperto che, in fondo, le piace tanto quanto leggere.

Ama viaggiare e il suo desiderio è visitare più paesi possibili per conoscere le diverse culture.

Chissà dove la porterà la sua vita, ma per ora lei ama ripetere: “Se non puoi viaggiare, leggi un libro e vivi mille vite, visitando il mondo”.

Se avete piacere, seguitemi sul mio profilo:

Instagram: @mi.perdo.nei.libri

Facebook: Silvia Mero

mercoledì 3 marzo 2021

WWW... Wednesday #131

  Il WWW Wednesday, è una rubrica settimanale ideata da MizB (Should be Reading) nata per far sapere a voi lettori le mie letture appena concluse, quelle attuali e le prossime!!


1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?


A casa ho iniziato questo, avendo finito La cattedrale del mare; vi farò sapere


Ieri ho iniziato questo, visto che partecipo al review tour e sono gia al 73%


2.What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?


Rrecensione QUI


Recensione QUI



Recensione QUI





Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione online venerdì


3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?


Avendo finito da qualche giorno "La cattedrale del mare", appena mi sarà possibile leggerò il seguito (sì, so che esiste anche una miniserie tv su Netflix, inizierò anche quella!)


A casa, appena finisco Hombres Buenos, vado con questo, così concludo la tetralogia!

Ed eccoci alla fine del 131esimo WWW!  Voi cosa state leggendo? Cos'avete finito? Cosa leggerete? 

Alla prossima

Luce <3

Reseña dilogia "La catedral del mar", Ildefonso Falcones

 


Autore: Ildefonso Falcones

Titolo: La catedral del mar

Prezzo: 10,95  e-book 8,99

Link d'acquisto: QUI

Dilogia La catedral del mar:

1)La catedral del mar

2) Los herederos de la tierra


"Arnau, no sé si serà el mejor templo del mundo. Lo que te aseguro es que serà único , y lo único no es ni mejor ni peor, es simplemente eso: único"


Trama

Barcellona, XIV secolo. Nel cuore dell'umile quartiere della Ribera gli occhi curiosi del piccolo Arnau sono catturati dalle maestose mura di una grande chiesa in costruzione. Un incontro decisivo, poiché la storia di Santa Maria del Mar sarà il cardine delle tormentate vicende della sua esistenza. Figlio di un servo fuggiasco, nella capitale catalana Arnau trova rifugio e quella sospirata libertà che a tutt'oggi incarna lo spirito di Barcellona, all'epoca in pieno fermento: i vecchi istituti feudali sono al tramonto mentre mercanti e banchieri sono in ascesa, sempre più influenti nel determinare le sorti della città, impegnata in aspre battaglie per il controllo dei mari. Intanto l'azione dell'Inquisizione minaccia la non facile convivenza fra cristiani, musulmani ed ebrei… Personaggio di inusuale tempra e umanità, Arnau non esita a dedicarsi con entusiasmo al grande progetto della «cattedrale del popolo». E all'ombra di quelle torri gotiche dovrà lottare contro fame, ingiustizie e tradimenti, ataviche barriere religiose, guerre, peste, commerci ignobili e indomabili passioni, ma soprattutto per un amore che i pregiudizi del tempo vorrebbero condannare alle brume del sogno… Un'opera in cui avventura e sentimento si uniscono al romanzo di una città, protagonista anch'essa di una straordinaria vicenda corale, restituita nella drammaticità dei suoi momenti cruciali così come nella sua vivacissima quotidianità, in un'ambientazione capace di ricreare luci e ombre di un Medioevo di ineguagliabile fascino.

"No hay libertad con hambre"

Reseña

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione del libro "La cattedrale del mare" di Ildefonso Falcones; siamo a Barcellona, nel diciannovesimo secolo, dove assistiamo alla nascita e alla crescita di due protagonisti, perché, cari miei, in questo romanzo, i protagonisti IN.DISCUSSI sono ben due: da una parte Arnau, un bambino, poi ragazzo, che si innamorerà della Cattedrale Santa Maria del Mar, seconda e ben definita protagonista del libro di Falcones. Arnau è un uomo del popolo, Santa Maria del Mar, è LA CHIESA DEL POPOLO, e i loro destini sono irrimediabilmente intrecciati. 
La Cattedrale del Mare è ricco di eventi e personaggi, ma le vicende sono narrate talmente bene che il lettore può tranquillamente immedesimarsi sia nei personaggi, che negli avvenimenti stessi; leggendo questo romanzo si verrà messi davanti a delle scelte, non facili da prendere, il lettore si troverà davanti le stesse scelte dei protagonisti, e non si saprà come venirne fuori.

Falcones affronta anche l'argomento della schiavitù, che Aranu aborrisce, come tutti noi, ma la schiavitù stessa gli salverà la vita; il motore che ci farà amare i personaggi non è l'amore, ma la lealtà che hanno uno verso l'altro.

Neanche nella fede c'è distinzione tra buono e cattivo: Arnau troverà in essa la massima forza e la massima consolazione quando si rivolgerà alla Vergine del Mare, ma la fede sarà anche il suo massimo tormento quando verrà processato e esiliato.

Il romanzo è un invito all'empatia, a comprendere gli animi dei personaggi, perché nonostante tutto, saranno comunque schiavi del destino.


La mia valutazione



Una catedral construida por el pueblo y para el pueblo en la Barcelona medieval es el escenario de una apasionante historia de intriga, violencia y pasión.



martedì 2 marzo 2021

Recensione "Lei mi avrebbe detto sì", Manuel Pomaro

 


Autore: Manuel Pomaro

Titolo: Lei mi avrebbe detto sì

Prezzo:7,90  e-book 1,99

Link d'acquisto: QUI


Mi sono appena svegliato. Solo pochi istanti fa ti stavo sognando: era il

nostro matrimonio e tu eri al mio fianco. Mancano solo poche ore a questo

lieto evento e spero che, in un modo o nell’altro, tu sarai accanto a me.


Trama

Miriam e Ascanio attraversano una crisi di coppia. La ragazza intreccia una relazione con Pablo, un cuoco che organizza cene emozionali.
Ascanio scopre il tradimento e prepara un'atroce vendetta.

Lauren sta cercando di allontanarsi da una relazione satura. Un incontro a Capodanno la indurrà a credere che ciò sarà possibile, ma gli strascichi del precedente rapporto potrebbero minare il suo tentativo di tornare ad amare.

È giusto credere che in prossimità di eventi catastrofici nascano le migliori storie d'amore?
Può una proposta di matrimonio portare allo stesso tempo gioia e disperazione?


Da quella prospettiva, ebbe modo di vedere il suo corpo da sopra a sotto. Notò che il suo pube rossiccio aveva bisogno di una sfoltita al più presto. Passò con curiosità le dita su di esso, constatando ciò che aveva appena affermato. Avvicinandosi un po’ troppo al clitoride, provò un brivido inatteso che la percorse tutta. La cosa iniziò senza che lei ci facesse molto caso, quasi automaticamente. Una sensazione troppo bella per smettere.

Così continuò, si sfregò con più vigore, su e giù, ormai fuori controllo. La calda voce dell’uomo al telefono le ritornò alla mente solleticando le sue fantasie. Lo immaginava mentre le accarezzava la pelle e le palpeggiava i seni. All'istante, con la mano libera, Miriam imitò Pablo, toccandosi il petto prepotentemente. A occhi chiusi fantasticava di fare sesso con lui anche se poteva solo ipotizzare il suo aspetto. E finalmente eccolo arrivare: la sua bocca socchiusa si lasciò scappare un gemito e il piacere la inondò, lasciandola ansimante mentre ogni suo muscolo si rilassava grazie agli effetti dell’orgasmo


Recensione


Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione del romanzo "Lei mi avrebbe detto sì"; ringrazio l'autore per la copia digitale e mi scuso per il ritardo nella lettura e nella recensione.

"Lei mi avrebbe detto sì" è la storia di Ascanio e Miriam, ma anche dei loro amici Bianca, Giacomo e altri personaggi, tra cui Lauren; è una storia piena d'amore e di ostacoli che ce la fanno vivere come se fosse la nostra. Ascanio vuole trovare l'anima gemella, Miriam butta al vento anni di storia per poi pentirsene, quanto a Lauren non sa se rimanere con il suo ragazzo violento o meno; sono scene di vita quotidiana, che sentiamo tutti i giorni.

Un romanzo che si legge velocemente e con un finale che lascia senza parole; o meglio un finale che ti da la possibilità di decidere come continua la storia, perché ogni lettore potrà immaginare il suo continuo come gli pare.

Altro non vi dirò, se non: lasciatevi trasportare e vi assicuro che arriverete in fondo senza rendervene veramente conto!


La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3


– E di cosa ti lamenti? Meglio di così... che altro potresti desiderare?

– Ti sbagli invece. – Miriam era solita confidarsi con Annalisa, dato che Bianca non sembrava capire le difficoltà degli altri, per questo non sapeva granché della sua situazione sentimentale. – Non è un bene non litigare mai, talvolta ci vuole un confronto per mantenere vivo il rapporto, altrimenti i problemi si accumulano e non se ne viene più a capo. Il fatto è che noi nemmeno comunichiamo. Ultimamente ho come l'impressione che il più delle volte non si accorga della mia presenza.

– Sono sicura che non sia così, magari ti stai solo facendo le tue solite paranoie.

A un tratto, Bianca sembrò diventare strana. – Dov’è il bagno?

– In fondo a sinistra. Ti senti bene? – chiese Miriam notando il suo

repentino cambiamento. La donna non rispose e corse a chiudercisi dentro.

lunedì 1 marzo 2021

Cover reveal "Tutta la luce che sei", Maria Laura Caroniti

 Buon pomeriggio e bentornati sul blog con un nuovo cover reveal




Autrice: Maria Laura Caroniti
Titolo: Tutta la luce che sei
DISPONIBILE IN PREORDINE
IN VENDITA DALL’8 MARZO 2021
pp. 554
ebook €2,99
cartaceo €16,99



Trama


Un faro dismesso sul mare e poco tempo per salvarlo da speculatori senza scrupoli.
Due eredi: Sevan Facinelli, un talentuoso architetto di città, e Amoret Reed, l’ingegnere
ambientale, figlia dell’ultimo guardiano, che ha sempre vissuto lì, in quel lembo di oceano e
sabbia.
Entrambi hanno un segreto da nascondere e una ferita da proteggere.
Dalla vita, Sevan ha imparato a non abbassare mai la guardia e a non fidarsi di nessuno; Amoret è
in grado di leggere il vento, ma non il cuore di quel giovane uomo così solitario.
L’uno avrà bisogno dell’altra per riannodare i fili ingarbugliati del passato e portare alla luce le
verità più scomode, le uniche in grado di cambiare le loro vite per sempre.
Una storia sulle seconde possibilità, sul valore della fragilità e il potere dell’amore.

Biografia autrice

Maria Laura Caroniti vive a Groningen, nel nord dei Paesi Bassi. Ha esordito nel 2018 ed è anche
autrice di erotic-romance, scritti sotto pseudonimo.


Per oggi è tutto, a presto

Luce <3



7 blog per 1 autore: Cristiano Pedrini

  Buongiorno lettori e amanti delle serie tv! Come avevo preannunciato, da oggi comincia una nuova rubrica in collaborazione con altri 6 blog, di cui uno è quello di Federica, che gestisce Gliocchidellupo

ma in cosa consiste la rubrica, 7 blog per 1 autore?




Riapre una rubrica tanto amata e dedicata agli autori, da un'idea di Federica del Blog Gli Occhi del Lupo. In precedenza chiamata 4 blog per un autore e ora cresciuta in 7 blog per un autore. Ogni settimana ospiteremo un autore con il suo romanzo ed entreremo meglio in ciò che ha scritto. Ringraziamo tutti coloro che si sono affidati a questa iniziativa.
Blog che vi partecipano:
LUNEDÌ - Tutto sul romanzo - IO AMO I LIBRI E LE SERIE TV
MARTEDÌ - Ambientazione - IN COMPAGNIA DI UNA PENNA
MERCOLEDÌ - Cast Dream - TRE GATTE TRA I LIBRI
GIOVEDÌ - Un messaggio da scoprire - ANIMA DI CARTA
VENERDÌ - Un'immagine che racconta - LIBERA_MENTE
SABATO - Intervista all'autore - READING IS TRUE LOVE
DOMENICA - Intervista al personaggio - GLI OCCHI DEL LUPO

Tutto sul romanzo IL SENTIERO DEGLI EDELWEISS

COVER + TRAMA + ESTRATTI

Raccontaci come hai scelto la cover, chi l’ha realizzata e qualche info in più rispetto alla trama scelta (Allega un estratto card e la cover del romanzo)




La cover di questo romanzo è il frutto di uno shooting fotografico realizzato nell’estate del 2019 in una piccola ma affascinante località montana di Bergamo. Siamo a Carona, un comune di poco meno di trecento abitanti in Alta Val Seriana. Insieme a Giorgio, mio amico fotografo e a Filippo, il prestavolto del protagonista, ci siamo fatto una giornata tra i suggestivi sentieri della località, scattando qualcosa come oltre cinquecento fotografie che sono state utili non solo per la cover e le card promozionali, ma anche per aiutarmi nella presentazione dell’immaginario paese di Ozval, nel Sud tirolo austriaco dove la storia è ambientata.

La trama del romanzo è incentrata sulla scomparsa di un giovane, di nome Emil Leiss e dalle ricerche che uno zelante avvocato di Vienna, Lukas Bauer compie per ritrovarlo, fino a condurlo ad Ozval, scontrandosi con la ritrosia degli abitanti che sembrano volerlo ostacolare nelle sue ricerche, rendendo il mistero attorno ad Emil più complesso di quel che immaginava. In quel piccolo paesino Lukas scoprirà che la leggenda legata agli edelweiss, i candidi fiori alpini, sembra rispecchiarsi in qualche mondo nell’esistenza di Emil. Ma anche lui, come narrano le tradizioni, se li coglierà potrebbe rischiare la sua vita?

 

SINOSSI

L’arrivo dello zelante avvocato Lukas Bauer nel pittoresco villaggio di Ozval, tra le montagne del Sud Tirolo, scuote la tranquillità dei suoi abitanti. Bauer è intenzionato a rintracciare un ragazzo di nome Emil von Leiss e risolvere il caso della sua scomparsa. Ma quello che doveva essere un semplice incarico, acquista risvolti sempre più enigmatici che faranno comprendere a Lukas il prezzo da pagare per proteggere quanto di più prezioso custodiscono quelle montagne. Un tesoro che Emil ha intenzione di preservare, trovando in Lukas un prezioso alleato che sarà pronto a difenderlo, come gli edelweiss, i fiori meravigliosi che tanto decantano le leggende del luogo, così ben custoditi che nessuno può coglierli senza morire.

 

 


 

domenica 28 febbraio 2021

Segnalazione "Contatti inattesi", Rosanna Musa

 Buongiorno  e bentornati sul blog con una nuova segnalazione



Titolo: Contatti inattesi - Quattordici racconti surreali al tempo del Covid

Autrice: Rosanna Musa

Genere: racconti

Collana: Anno

Pagine: 142

Prezzo: € 12,50

In libreria e negli store online dal 25 febbraio 2021






“Contatti inattesi”: un’antologia di racconti surreali, nati

durante la chiusura forzata imposta dalla pandemia

Dal 25 febbraio 2021, in tutte le librerie e negli store online arriva “Contatti inattesi” del

Magistrato e autrice torinese Rosanna Musa


TORINO, FEBBRAIO 2021 – Una raccolta di racconti scritti e ambientati in

piena pandemia, ma dove non si narra di realtà, ma di fantasia e

surrealismo. Niente angoscia, ansia, depressione e morte, nei quattrodici

racconti di Contatti inattesi il lettore dovrà solo aspettarsi meraviglia e

stupore.

Il libro nasce dalla penna di Rosanna Musa, Magistrato di Torino, da

sempre autrice abile e originale nel raccontare di mondi fantastici e

assurdi, che ti trasportano via, lontano da tutto ciò che è reale. E così

accade anche in questa sua ultima opera, con racconti ispirati dal Covid,

ma allo stesso tempo ben lontani da esso.

L’appuntamento in libreria è per il 25 febbraio 2021.

“Chi leggera Contatti Inattesi non troverà nessuna storia di malattia,

disperazione e miseria” spiega l’autrice, Rosanna Musa. “La pandemia non

è che un pretesto per approdare a mondi che non esistono. Ogni racconto

si conclude con un imprevisto che lascia stupefatti e che sarebbe un

peccato svelare. Il lettore trascorrerà due ore di pura evasione”.

L’evasione che proverà il lettore è la stessa che ha provato l’autrice durante la stesura del libro, avvenuta in

pieno lockdown. “Ad aprile sono solita prendermi un periodo di ferie per viaggiare, invece, come tutti, mi

sono ritrovata confinata in casa. A quel punto mi sono chiesta in che modo potessi trascorrere le vacanze

senza cedere alla tristezza” prosegue la Musa. “Così ho deciso di affrontare il virus scrivendo proprio del

virus, usandolo per viaggiare in mondi immaginari. È stato un modo per trionfare sulla reclusione, sulla

mascherina e sui timori per il futuro. Credo che ciascuno di noi possa trovare la salvezza, da qualunque

tragedia, semplicemente facendo le cose in cui eccelle”.

La trama di Contatti inattesi

“Contatti inattesi” è un’antologia di racconti ispirati al periodo dell’epidemia. Situazioni normali, i cui

protagonisti sono persone comuni, si trasformano in vissuti surreali, con esiti sorprendenti. Espressioni

entrate nel linguaggio di tutti i giorni (“relazioni stabili”, “passaporto sanitario”, “lavoro agile”,

“riconversione”) diventano titoli di avventure a tema, nelle quali esistenze normali, persino banali, vengono

coinvolte in eventi imprevedibili e misteriosi. L’ultima storia, “La Locanda dell’oca tramortita”, si svolge

invece all’inizio del 2020, ma, in controluce, si scorgono gli indizi di ciò che accadrà (o che è già accaduto).


Chi è Rosanna Musa

Rosanna Musa è nata nel 1956 a Torino e abita, con il marito e il figlio, a San Pietro Val Lemina, un ameno

paesino della provincia. È un magistrato del tribunale di Torino e, prima di intraprendere questa carriera, ha

scritto numerose storie di genere fantastico, pubblicandole con l’editore Solfanelli e su riviste del settore e

vincendo un premio UNESCO. In seguito, si è dedicata a tempo pieno alle sentenze, storie spesso

altrettanto appassionanti. La clausura di quest’anno difficile le ha permesso di tornare alla narrativa,

uscendo, come in passato, dai confini del reale, per rivolgere all’epidemia uno

sguardo insolito.



Golem Edizioni

Golem Edizioni è una casa editrice di Torino. Fondata nel 2013 da Giancarlo Caselli, grazie alla sua dedizione e

passione, raggruppa autori e libri di vari generi, con predilezione per i saggi, i thriller e i gialli. I libri del catalogo sono

presenti in tutte le librerie e negli store online.


Per maggiori informazioni

Golem Edizioni srl – Via Guastalla 10/d, 10124, Torino – info@golemedizioni.net – www.golemedizioni.it –

333.91.15.091.

Ufficio stampa – Barbara Graneris - ufficio.stampa@golemedizioni.net – 340.81.32.136.


Per oggi è tutto, a presto


Luce <3

sabato 27 febbraio 2021

Recensione "Cronache di un mesotes", Alberto Grandi

 


Autore: Alberto Grandi

Titolo: La guerra del portatore (cronache di un mesotes #1)

Serie: Cronache di un mesotes

Prezzo: cartaceo 15,20  e-book 6,99

Link d'acquisto: QUI

Girandomi verso il ragazzo, chiesi: «Sai dove ci troviamo?».

Markus fece un sorriso che mostrava più preoccupazione che serenità. Stava per rispondere, quando una minuscola parte della parete si mosse rivelando un accesso. Una piccola creatura, non più alta di un metro, entrò a passo svelto, avvicinandosi a noi. La osservai mentre avanzava: era molto minuta e con una strana conformazione del cranio, più grande del normale; la fronte era allungata e accentuata, e i pochi capelli lunghi e spessi, simili ad antenne bluastre, ondeggiavano lentamente, raccolti in una coda di cavallo. La creatura sembrava non avere occhi da quanto questi erano stretti, e anche il naso e la bocca, per quanto visibili, risultavano molto piccoli.


Trama

Il Portatore, colui che crea la vita e distrugge tutto ciò che incontra sul suo cammino, sta guidando l’avanzata di un esercito di creature oscure che minaccia gli equilibri dell’intero universo. Fortunatamente, però, alcune specie aliene hanno deciso di stipulare un’alleanza per fronteggiarlo e quattro Umani sono stati scelti per unirsi alle loro schiere di soldati: tra questi c’è Leon, un ragazzo appassionato di arti marziali e filosofia, con un passato misterioso alle spalle e un futuro ancor più incerto all’orizzonte. Basteranno il suo coraggio e la misteriosa spada Azrael per permettergli di sopravvivere a pianeti sconosciuti, missioni diplomatiche e combattimenti all’ultimo sangue?


Allora era vero, la persona entrata prima non era umana e neppure un’allucinazione… Tutto iniziava a prendere forma, tutto diventava reale. Ero lì per mia stessa volontà!

Mi tornò in mente il pianto di mia madre il giorno della partenza, la tristezza e la preoccupazione dei miei famigliari e amici, il sorriso forzato che avevo mostrato per cercare di tranquillizzarli. Il destino…

«Sì, ora ricordo, abbiamo accettato noi di venire qui. Ma non dovrebbero esserci anche altre due persone?»

«Esatto! Non so esattamente dove siano, ma presumo siano arrivate a destinazione. Ci hanno separati… A quanto pare, e qui cito le parole del medico, noi avevamo più operazioni da dover fare per essere riparati e ottimizzati.»

«Riparati e ottimizzati… Cosa siamo, macchine?» esclamai, infastidito.

«Dai, non ti offendere, hanno una cultura diversa. Magari per loro è normale parlare così! Comunque, mentre dormivi mi hanno illustrato il funzionamento di questa specie di traduttore. Provo a spiegartelo ma abbi pazienza, non ho capito proprio tutto.»

Feci un cenno con la testa e, incuriosito, mi apprestai ad ascoltarlo.

«A quanto pare è una sorta di stimolatore neurale che amplifica le nostre capacità cerebrali, e in particolare le informazioni che udiamo o vediamo. Ci permette di rielaborarle utilizzando la lingua che conosciamo, di tradurle in modo inconscio e involontario nel nostro idioma... In questo modo, ognuno di noi continua a parlare, pensare, ragionare nella propria lingua, ma chi ascolta percepisce ciò che diciamo nella sua. In alcuni casi, poi, il traduttore ci fa parlare in altre lingue, seppur non ce ne accorgiamo. Ad ogni modo, non è una traduzione letterale, ma di senso. Proprio per questo motivo mi è stato difficile comprendere nello specifico il suo funzionamento… Penso che essendo una tecnologia sconosciuta agli esseri umani, per chiunque di noi sia impossibile capirla appieno senza un’adeguata spiegazione o uno studio approfondito.»


Recensione

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione di questo romanzo; ringrazio l'autore per avermi chiesto di leggerlo.

"Cronache di un mesotes" è un viaggio all'interno della vita e della missione del narratore, Leon, un umano che viene prelevato insieme ad altri personaggi, da degli alieni, che li hanno scelti per combattere una guerra contro un personaggio definito "il portatore", ossia colui che ha dato vita ad esseri diciamo sovrannaturali.

Questo romanzo è una sorta di mix tra fantasy e filosofia; ogni capitolo inizia con un "Svegliati!" che fa capire che forse è un incitamento alla crescita; ci ho messo un po' a leggerlo; ammetto che non riuscivo bene a distinguere la narrazione e i dialoghi, perché a volte sembrano un tutt'uno. E' sicuramente un romanzo che fa riflettere sulla filosofia, ma è anche un viaggio interiore del protagonista, che pian piano cresce, insieme agli altri personaggi. E' un mix di culture diverse che mi ha creato qualche difficoltà nella comprensione.

Questo romanzo quindi aiuta a capire diverse culture e la filosofia, ma sinceramente, e mi dispiace, non credo che leggerò il seguito; c'è qualcosa che mi frena e forse è il fatto che viene narrato tutto, senza distinzioni di sorta.


La mia valutazione

Alla prossima


Luce <3










venerdì 26 febbraio 2021

[Review Party] "Serie Swiss Legends", Carmen Weiz

 


Buongiorno e bentornati sul blog con un nuovo review party organizzato da Ely del blog: respirodilibri



Autrice: Carmen Weiz

Titolo: Unique

Serie: Swiss Legends #1

Prezzo: 11,34  e-book 2,69

Link d'acquisto: QUI

Serie Swiss Legends:

1)Unique

2)La bellezza del male

3)La voce dell'innocenza

4)Adrenalina


E' meglio aver amato e perso che non aver amato affatto


Trama

‘’Lascia che i tuoi sogni siamo più grandi delle tue paure’’

Direttamente dalle foreste di pini in Svizzera arriva...



Quanto profondamente riteniamo di conoscere la persona che amiamo?
Sappiamo tutto di lei oppure ci ha nascosto i segreti più profondi, quelli che le oscurano l'anima?
Dopo dieci anni di matrimonio, Lara Köhler pensava di conoscere l’uomo della sua vita, o forse si sbagliava…
È arrivata l’ora di scoprire il vero volto che si nasconde dietro al marito perfetto. 

Carmen Weiz torna con una nuova storia sconvolgente che tratta di un argomento di cui pochi hanno il coraggio di parlare.
I maltrattamenti dell’anima. Una vicenda coinvolgente, che fa riflettere sull’importanza delle scelte e sul processo che accompagna l’essere umano a compierle; sull’impossibilità di dimenticare il male e il modo in cui cambia la psicologia umana dopo i traumi. 

Che ne sarà dei peccatori? Inferno o paradiso?

Unique, una storia di amore e speranza, laddove nessuno crede possano esistere ancora.
Primo volume autoconclusivo della serie Swiss Legends.

Contiene alcune descrizioni intense, consigliato ad un pubblico adulto.

Editing stilistico a cura di Camilla Crescentini
Editing contenutistico a cura di Catia Raneri
Editing finale a cura di Giulia Stefanini
Libro cartaceo disponibile anche presso le librerie ''Giunti al Punto''


Un mugolio esplose nella mia bocca, mi sciolsi in lei, in piccole ondate che si intensificarono portandomi in un luogo in cui non ero mai stato, fino a un punto dal quale non avrei più voluto fare ritorno.


Recensione


Buongiorno e bentornati con un nuovo review party; "Unique" il primo romanzo della serie "Swiss Legends" parla di una donna, Lara Köhler, che pensa di conoscere l'uomo che ha sposato; peccato che non sia affatto così e che ci sia qualcuno, che è letteralmente ossessionato da lei e il tutto viene scoperto da Lara stessa, solo dopo che il marito ha un incidente. Protagonista maschile, invece è Kieran, lavora in un team militare segreto, ed è capace di cogliere tutte le più piccole sfumature delle persone; in questo romanzo si parla di maltrattamenti psicologici, di annullamento di se stessi per diventare una sorta di oggetto plasmato apposta per chi ci controlla (in questo caso, Lara è l'oggetto, il marito colui che la plasma).

Ma l'arrivo di Kieran nella loro vita (soprattutto in quella di Lara), porta scompiglio ma anche alla luce ogni altarino del marito della protagonista; e se questo non basta, vi faccio di nuovo presente che c'è un personaggio per cui Lara è letteralmente un'ossessione; ecco perché Kieran viene spronato a scoprire chi sia lo stolker; tra i protagonisti scatta qualcosa, un qualcosa destinato o a crescere, o a morire.

Siete pronti a scoprire cosa succederà tra i due e soprattutto a scoprire chi sia lo stalker?

Io non vedo l'ora di leggere gli altri romanzi e scoprire altro!


La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3



La nostra vita è tutto ciò che abbiamo davvero, momenti sparsi in un arco di tempo, purtroppo imprecisato ed effimero.



Qui sotto trovate i nomi degli altri blog partecipanti; mi raccomando passate anche da loro!