giovedì 15 aprile 2021

Segnalazione "Black angels/White demons", Rory Myth

 Buongiorno  e bentornati sul blog con una nuova segnalazione



Autrice: Rory Myth

Titolo: Black angels/White demons

Prezzo: cartaceo 10,40   e-book 2,50

Link d'acquisto: QUI


Trama

-Will, che cosa sei? E Jay e Thiara sono come te, vero?- ci riprovò lei.Will, scrutando il suo volto, si ritrovò a prendere una decisione.O cancellare la memoria della ragazza, rischiando di compromettere le sue attività celebrali per sempre, o dirle la verità.Rivelarle il suo segreto.Will imprecò.-Scheiße!-Non avrebbe toccato la sua mente, con il rischio di lasciarla rimbambita a vita.-COSA SIETE, WILL?- domandò lei con un urlo angosciato.-Siamo… siamo…--Cosa?!--Verdammt!- imprecò di nuovo.Bethany Jones è una giovane donna che abita a Morrell Town, un tranquillo paese degli Stati Uniti sperduto e dimenticato da Dio. Un giorno nella casa accanto alla sua, rimasta disabitata da che lei ne ha memoria, si trasferiscono tre individui. Due ragazzi e una ragazza, di poco più grandi di lei. Uno di loro in particolare, Will, attira la sua attenzione e ben presto finisce per innamorarsene. Tuttavia Will e gli altri due non sono esattamente umani, cosa ne sarà dell'amore di Beth quando lo scoprirà? E cosa sono in realtà Will e gli altri due? Beth riuscirà ad accettarli per quello che sono oppure il peso della verità sarà troppo gravoso sulle sue deboli e umane spalle?Nel frattempo una minaccia incombe su Morrell Town e suo malgrado Bethany si ritroverà coinvolta. Come uscirà da questa spinosa situazione? E a quale prezzo?Una storia d'amore, di fiducia e di mistero.L'autrice:Rory Myth nasce a Milano nel 1992, ora vive sulle sponde del lago di Varese, ha un lavoro da modella e frequenta l'università. Amante delle storie e dei libri fin da quando era piccola, si è cimentata di recente nel mondo della scrittura per sostenere con l'acquisto dei suoi libri due associazioni con cui collabora, due case famiglia per ragazzi problematici e senza genitori.


Biografia autrice

Rory Myth nasce a Milano nel 1992, ora vive sulle sponde del lago di Varese, ha un lavoro da modella e frequenta l'università. Amante delle storie e dei libri fin da quando era piccola, si è cimentata di recente nel mondo della scrittura per sostenere, con l'acquisto dei suoi libri due associazioni con cui collabora, due case famiglia per ragazzi problematici e senza genitori.


Per oggi è tutto, a presto


Luce <3

mercoledì 14 aprile 2021

WWW...wednesday #137

  Il WWW Wednesday, è una rubrica settimanale ideata da MizB (Should be Reading) nata per far sapere a voi lettori le mie letture appena concluse, quelle attuali e le prossime!!


1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?


A casa continua la lettura di questo libro, vi farò sapere

Sto leggendo anche il romanzo "Cremisi" di Rory Matthews, perché partecipo al review party, vi farò sapere


Questo l'ho sospeso per Cremisi, ma lo riprendo appena finisco

2.What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?


Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione online il 4/5 


Recensione online il 24/6


3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?



Appena finisco i libri in lettura, inizio gli spin-off della honorable serie


Ed eccoci alla fine del 137esimo WWW!  Voi cosa state leggendo? Cos'avete finito? Cosa leggerete? 


Alla prossima


Luce <3

martedì 13 aprile 2021

[Review Tour] recensione "Un cuore fantasma", Alessandra Cigalino

 

Buonasera e bentornati sul blog con il review tour del terzo volume della "Spy Serie" di Alessandra Cigalino, organizzato da Serena di: imieideliridalettrice



Autrice: Alessandra Cigalino 
Titolo: Un cuore fantasma
Serie: Spy

DISPONIBILE IN PREORDINE SU AMAZON.IT

IN VENDITA DAL 6 APRILE 2021
ebook €2,99 pp. 196

cartaceo €9,99 pp. 196

 

DISPONIBILE ANCHE SU KINDLE UNLIMITED

Link d'acquisto: QUI


Serie Spy:
3)Un cuore fantasma
4)Un amore in alto mare

"Lei doveva vivere soltanto nel mondo virtuale. Quello era il mondo perfetto per lei.

Un mondo in cui si era fantasmi. Un mondo in cui il cuore stesso era un fantasma.

Lei non doveva gioire, perché se si gioiva poi si soffriva troppo al ricordo"

 Trama

Ghost non esiste. Non ha più nessuno a questo mondo. È un genio dell’informatica e nessun computer può avere segreti per lei. Lei che, al contrario di tutte le giovani ragazze della sua età, non cura minimamente il suo aspetto e preferisce vivere nella realtà virtuale, tramite il suo avatar. E proprio grazie a questa sua invenzione un giorno viene reclutata dall’organizzazione segreta, di cui nessuno riesce a scoprire la base operativa. Nemmeno lei.
Peter è uno dei migliori agenti speciali della «S.P.Y.». Grazie alle sue innovazioni tecnologiche, i suoi compagni si sentono sempre più protetti durante le missioni. Il suo desiderio più grande è quello di tornare operativo, ma prima deve affrontare la sfida personale con se stesso. Ma nessuna sfida è poi così grande se paragonata a quella in cui il cuore è chiamato a combattere.
In questo terzo volume, Peter e Ghost riusciranno a trovare la password per sbloccare i loro cuori, combattendo così insieme le loro paure?


Il mondo è un posto meraviglioso, ma la vera meraviglia consiste nel viverlo davvero, allontanandosi da uno schermo e alzando più spesso lo sguardo al cielo.

Recensione


Come ho detto sopra, oggi vi parlo del terzo volume della "Spy Serie" di Alessandra Cigalino, siete sicuri di essere pronti???

Questa volta i protagonisti sono Peter e Ghost, no, non avete capito male, ma è un soprannome, tranquilli e si chiama così per motivi parecchio validi!

Come detto, da una parte c'è Ghost, protagonista femminile, che a un certo punto della sua vita ha deciso di sparire dalla vita reale, per entrare e possibilmente restare in quella virtuale; ma siamo sicuri che quella dietro lo schermo di un pc, possa considerarsi vita? Anche a costo di perdere la propria e reale identità? 

Protagonista maschile invece è Peter, il genio (ma non quanto Ghost) dell'informatica all'interno della Spy, lo stesso Peter di cui abbiamo sentito parlare nei volumi precedenti, in sedia a rotelle, ma determinato, si spera, a tornare più attivo che mai, in campo con i colleghi.

L'arrivo di Ghost, permetterà alla squadra di prendere parecchi mafiosi, quanto alla reazione dei colleghi, è diversa da persona a persona, e Peter, quando scopre la sua esistenza, per conto del Mister, è quello decisamente più diffidente: in fondo, come ci si può fidare di qualcuno che vuole mantenere a tutti i costi l'anonimato? 

Ma un giorno il Mister gli chiederà aiuto, quel giorno, Peter scoprirà chi si nasconde dietro l'identità e dietro l'avatar di Ghost, ed è così che tra i due, volente o nolente, si instaura un legame, un legame da cui però Ghost, sembra voler scappare. Ma dall'amore non si può fuggire, cara mia, soprattutto se hai conquistato uno come Peter, determinato a diventare la tua ombra, il tuo confidente!

Alessandra è riuscita, per l'ennesima volta, a farmi sciogliere il cuore, perché la storia di Ghost e Peter è come le altre: destinata a restare nei cuori dei lettori  A VITA!

Lasciatevi conquistare da altri due protagonisti di questa serie, e non ne uscirete mai più!


La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3


"Ed è proprio il cuore l'elemento che si tende a dimenticare, ma intorno al quale gira tutto il procedimento. E' come se fosse il browser che pochi utilizzano, ma che una volta scoperto non si vuole più abbandonare, perché è l'unico che ti può permettere di scoprire i link dell'amore".







Recensione "I promessi paperi e i promessi topi", AAVV

 


Autore: AAVV

Titolo: I Promessi Paperi e i Promessi Topi

Prezzo: 7,80

Link d'acquisto: QUI


Trama

Due rivisitazioni a fumetti del più famoso romanzo italiano


Recensione


Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione di ben due rivisitazioni del romanzo più famoso della letteratura italiana!

"Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno..", vi dice qualcosa? Ah, è l'incipit de "I Promessi Sposi" di Manzoni? Ma va? Solo che io oggi vi parlo di ben due rivisitazioni Disneyane del grande romanzo in questione! 

Nel caso de "I Promessi Paperi" abbiamo "Gertrude" che tenta in tutti i modi di sposare Don Paperigo (zio Paperone ndr), mentre alle sue dipendenze abbiamo i "bravi" o meglio i Bassotti, che come detto lavorano alle sue dipendenze invece di cercare di svaligiarlo; don Paperigo tenta di maritare il povero Renzo (paperino) con Gertrude, quando in realtà dovrebbe sposarsi con Paperella (paperina), dire che ne succedono di ogni tipo è un eufemismo! Il matrimonio si farà? Non ve lo dico, per saperlo, dovete leggerlo! Per quel che riguarda invece i Promessi Topi, abbiamo un Renzo Topoglino e una Lucia Minnella, che cercano di sposarsi (come l'opera originale) ma anche di unire i loro ristoranti (Renzo fa da mangiare, Lucia ha un albergo) e dovrebbero unire le due cose; ma ovviamente ci si mette in mezzo Gambadilegno (che ovviamente ha un nome rivisitato ma non me lo ricordo), che vuole Lucia Minnella a lavorare per lui, perché Trudy proprio non gli va bene; così la rapisce e.. Invece nei panni di don Abbondio c'è Pippo, che ne combina di ogni, e ad accudirlo c'è la fida Clarabella (che lo vorrebbe sposare, ma lui proprio non ce la fa a capirlo); insomma, due rivisitazioni che vi faranno ridere, adatte ai bambini, proprio per avvicinarli all'opera originale quando verrà il momento.


La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3

lunedì 12 aprile 2021

7 blog per 1 autore: Emma Altieri

 Buongiorno lettori e amanti delle serie tv! Come avevo preannunciato, da oggi comincia una nuova rubrica in collaborazione con altri 6 blog, di cui uno è quello di Federica, che gestisce Gliocchidellupo

ma in cosa consiste la rubrica, 7 blog per 1 autore?




Riapre una rubrica tanto amata e dedicata agli autori, da un'idea di Federica del Blog Gli Occhi del Lupo. In precedenza chiamata 4 blog per un autore e ora cresciuta in 7 blog per un autore. Ogni settimana ospiteremo un autore con il suo romanzo ed entreremo meglio in ciò che ha scritto. Ringraziamo tutti coloro che si sono affidati a questa iniziativa.
Blog che vi partecipano:
LUNEDÌ - Tutto sul romanzo - IO AMO I LIBRI E LE SERIE TV
MARTEDÌ - Ambientazione - IN COMPAGNIA DI UNA PENNA
MERCOLEDÌ - Cast Dream - TRE GATTE TRA I LIBRI
GIOVEDÌ - Un messaggio da scoprire - ANIMA DI CARTA
VENERDÌ - Un'immagine che racconta - LIBERA_MENTE
SABATO - Intervista all'autore - READING IS TRUE LOVE
DOMENICA - Intervista al personaggio - GLI OCCHI DEL LUPO


Tutto sul romanzo

COVER + TRAMA + ESTRATTI

Raccontaci come hai scelto la cover, chi l’ha realizzata e qualche info in più rispetto alla trama scelta (Allega un estratto card e la cover del romanzo)

Smash è il prequel della “Smartness Series”, il volume che racconta come tutto è iniziato. Mentre per le cover degli altri volumi ho avuto tutti soggetti singoli, ho pensato che per questo mi sarebbe piaciuta una coppia e soprattutto la presenza di una moto per richiamare lo sport che caratterizza tutta la serie. La cover è stata realizzata magistralmente da Catnip, che ha curato anche la nuova veste grafica di tutta la serie. Il colore di fondo è sempre il viola che è comune a tutti i volumi.

 


Sinossi

Vi siete mai chiesti cosa fosse successo prima che Ryan conoscesse Jamie e perdesse la testa, oppure prima che Ian inciampasse in Kate e cambiasse completamente il suo mondo? Aidan e Paige sono stati insieme da una vita eppure nulla nella loro storia è stato facile. Tutti e due hanno dovuto fare i conti con un passato che ha pesato a tal punto da negare loro una giovinezza spensierata. Lo stare insieme sembrava fosse stata una panacea per entrambi, ma il destino li ha tenuti in scacco giocando le proprie carte in modo inatteso e subdolo. C’è stato un momento in cui Paige ha pensato che il modo migliore per dimostrare a Aidan il suo amore fosse lasciarlo andare, non mettendo in conto, però, che il suo “scimmione” non avrebbe mai subito senza reagire. Paige ha trovato, così, la forza di vincere le sue paure, affrontare il suo passato e lasciare che Aidan le facesse scoprire un mondo pieno di colori da vivere insieme. Con questo prequel si conclude la “Smartness Series”. Venite a scoprire come tutto è cominciato.

 

CITAZIONE PER COPERTINA

La ragazza sembrò riflettere sulle mie parole poi sorrise gentilmente e sembrò come se il sole fosse appena sorto. Era davvero bella come una dea, ma non era solo il suo aspetto fisico ad avermi accecato. Sembrava brillare di una luce particolare. Mi trasmetteva una sensazione di benessere sebbene non avessimo scambiato più di due parole.

 


domenica 11 aprile 2021

Recensione "Molla la coperta, Linus!" , Charles Schulz

 


Autore: Charles Schulz

Titolo: Molla la coperta, Linus!
Serie: Peanuts #1


Trama

Benché molto giovane, Linus è molto saggio anche se a volte pecca di ingenuità, Cita spesso le Sacre Scritture. È anche devoto ad una divinità personale, il Grande Cocomero che una volta l'anno - la notte di Halloween - appare nell'orto che egli ritiene "il più sincero" e inizia a distribuire dolciumi ai bambini del mondo. Linus ovviamente spera ogni anno che il suo orto sarà il prescelto ma ciò non avviene mai. Anche per questo rimane l'unico a credere al Grande Cocomero; i suoi tentativi di convincere gli altri personaggi falliscono per la vana e lunga attesa notturna nell'orto. Una volta soltanto riuscì a convincere quasi del tutto Piperita Patty, la quale confermò che la storia fosse "talmente stupida e impossibile" da essere credibile.

Linus esordisce con una coperta azzurra - da lui chiamata coperta di sicurezza - e il pollice in bocca nella striscia del 1º giugno del 1954. Da allora non ha più abbandonato la sua coperta. L'unica volta che ci riuscì fu grazie a Snoopy che, su ordine dello stesso Linus, la custodì senza farsi commuovere dalle sue implorazioni, facendone due "eleganti giacchette sportive" - una per lui ed una per l'amico Woodstock - ma Charlie Brown, credendo di fare del bene, gliene regalò una nuova. Più tardi una nuova compagna di scuola, Eudora, gli sorride, e lui le regala la coperta. Dopo essersene pentito amaramente incarica Snoopy di riprenderla ma Eudora dice di aver regalato la coperta al gatto dei vicini. Linus non viene quasi mai disegnato senza la sua coperta blu (in inglese safety blanket, coperta di sicurezza). Linus la tiene abitualmente sulla spalla sinistra mentre si succhia contemporaneamente il pollice destro. Il suo amico Roy lo avverte che al campo estivo sarebbe stato ferocemente preso in giro per questo ma Linus usa fulmineamente la sua coperta come una frusta e recide un ramo di un albero in modo intimidatorio, dicendo: «Non mi hanno mai preso in giro più di una volta.»

Col passare del tempo, si scopre che la coperta è un'entità autonoma: in una striscia del 1965, la coperta stessa ingaggia una campagna di attacchi clandestini contro Lucy, riuscendo quasi a cacciarla da casa, a causa dei costanti, anche se mai riusciti, tentativi della bambina di sbarazzarsi di essa gettandola nel bruciatore della spazzatura; nello speciale A Boy Named Charlie Brown ha eseguito una coreografia di ringraziamento insieme allo stesso Linus dopo essere riuscita a riunirsi al suo proprietario che l'aveva persa, cosa che gli aveva provocato depressione, attacchi di panico, sudorazione e altri sintomi di astinenza.

Nelle strisce più vecchie, il rapporto di Linus con la sua coperta è tipico di un intenso attaccamento emotivo, fino al punto che Linus manifesta sintomi fisici se ne viene privato, anche per un breve periodo. Soffre di debolezza e vertigini, per esempio, quando Lucy gliela prende solo per il tempo necessario per metterla in lavatrice, rimettendosi però prontamente in salute non appena gli viene restituita. In un'altra occasione, dopo che Lucy gli ha strappato di mano la coperta e l'ha seppellita nel tentativo di spezzare la dipendenza del fratello, Linus scava letteralmente per tutto il quartiere per giorni cercando di trovarla, fino a quando Snoopy finalmente riesce a dissotterrarla e gliela restituisce. In una striscia, Linus si lamenta con Charlie Brown perché la sua coperta, appesa ad asciugare in una notte gelida dopo essere stata lavata, si è intirizzita ed irrigidita ed è diventata un rettangolo solido, difficile da tenere in braccio.

Il possesso della coperta è spesso richiesto da Snoopy, che utilizza molti trucchi e sotterfugi per evitare la dipendenza di Linus, finché ad un certo punto lui va alla sua cuccia e gliela consegna spontaneamente. Snoopy afferra rapidamente la coperta con la bocca e corre via, trascinando con essa anche Linus, poi lui e la coperta gli vorticano intorno finché Snoopy li lascia andare e finiscono entrambi per volare lontano.

Una volta, Linus si era così arrabbiato con Snoopy perché gli aveva sottratto la coperta più e più volte, che si vendica sequestrando a sua volta a Snoopy la scodella. Dopo aver visto che Linus si è impossessato del suo bene più prezioso, Snoopy gli restituisce immediatamente la coperta, pensando: "Non avrei mai sognato che avrebbe giocato così sporco!". Quando Lucy gli seppellisce la coperta, Snoopy riesce a dissotterrarla; quando la ritrova, Linus lo ringrazia così tanto che Snoopy pensa: "Ogni tanto sento che la mia esistenza è giustificata!" In generale, Linus riesce sempre a riottenere la sua coperta.

In una striscia, Lucy scommette con Linus e gli confisca la coperta, chiudendola per due settimane in un armadio. Linus pensa di poter andare avanti senza la coperta per tutto questo periodo e ride della diversa opinione di Lucy e Charlie Brown. Ma dopo una sola settimana per lui inizia la sofferenza: senza di essa si sente congelare; egli cerca quindi di usare le orecchie di Snoopy come sostituto, ma Lucy lo nota e gli grida: "Non valgono i sostituti!". Dopo otto giorni, Linus urla e piange per avere indietro la coperta; alla fine sembra che sia impazzito, e Charlie Brown convince Lucy a restituire a Linus la coperta quando lo vede appoggiato all'armadio, graffiando la porta nel vano tentativo di aprirla.

Inoltre, ci sono varie storie in cui Lucy e la nonna di Linus tentano di costringerlo a rinunciare alla sua coperta, finendo sempre per cedere di fronte alla sua incrollabile resistenza. Due di questi tentativi sono quando la nonna gli promette di smettere di fumare (e ci riesce) se lui rinuncia, e quando lei gli propone che, se lui avesse rinunciato alla coperta, lei avrebbe donato dieci dollari all'ente di beneficenza preferito dal nipote. L'accordo non viene concluso perché Linus non lo ritiene leale. In un'altra striscia, Lucy lo avverte che è arrivata l'ora di finirla con la coperta. Linus, con riluttanza, gliela porge e poi torna nella sua stanza, dicendo: "L'ho ingannata dandole uno strofinaccio da cucina colorato!".

La striscia dell'11 aprile 1983 mostra Linus che sostiene di aver rinunciato alla sua coperta, per poi andare di porta in porta a dire a tutta la gente come ci sia riuscito. Questa volta, il risultato è che, quando una delle porte si apre, una bambina lo sferza con la sua coperta, infuriata.

In realtà, già due volte prima Linus aveva promesso di rinunciare alla sua coperta. Una volta la getta via, ma per riafferrarla immediatamente dopo; un'altra volta sta per riferire a Charlie Brown il suo nuovo proposito quando Charlie Brown rovina tutto, lanciandogli proprio una coperta. Cercando ancora una volta di rinunciare alla coperta, la lascia sul ciglio della strada e si allontana, tornando però rapidamente indietro a riprendersela perché, secondo lui, la coperta si stava lamentando.

In un confronto particolarmente animoso sulla questione (il già citato episodio della coperta per fumatori) Linus ammette che se sua madre gli avesse ordinato di smettere, lui si sarebbe adeguato; ma nessun altro ne avrebbe avuto l'autorità, soprattutto Lucy o la nonna "odiatrice di coperte". Sempre in quell'occasione, quando Lucy decide che se Linus era stato senza la coperta per due settimane allora non ne aveva più bisogno, fa per gettarla nel bruciatore di rifiuti; Linus, tuttavia, riesce ad intervenire all'ultimo secondo e recuperare la sua coperta, ricordandole che se sua madre gli avesse ordinato di rinunciare alla coperta lui lo avrebbe fatto, ma che fino a quel momento questa faccenda riguardava solamente lui. Non lamentandosi mai di questo, infatti, sua madre è evidentemente contenta di lasciare che suo figlio, insolitamente intelligente, cresca con le abitudini che preferisce.

Nelle strisce successive, Linus viene mostrato sempre meno in compagnia della coperta, e nel 1989 Schulz ha ammesso che Linus aveva finalmente superato il problema della coperta, e che questa compariva nelle strisce solo quando gli era necessario per motivi di humor. In un fumetto, Linus smette improvvisamente di succhiarsi il pollice, dicendo: "È un buon pollice, ma non un grande pollice!". Lo speciale Why, Charlie Brown, why?, pubblicato l'anno successivo, è l'unico in cui Linus non si veda mai con la sua coperta, né questa viene nemmeno menzionata, probabilmente per far apparire Linus più maturo, dato l'argomento serio di quella pubblicazione. Alla fine, comunque, Linus torna ad accompagnarvisi.

Linus generalmente gioca in seconda base nella squadra di baseball di Charlie Brown, non rinunciando neanche in quest'occasione ad avere la coperta con sé, a costo di far diventare essa stessa la seconda base. È capace di costruire castelli di sabbia incredibilmente magnifici e complessi, che fanno sfigurare quelli di Charlie Brown e che hanno generalmente vita breve se nei paraggi c'è Lucy con la sua bicicletta. I tentativi degli altri bambini di prenderlo in giro per la sua dipendenza dalla coperta vengono puntualmente rintuzzati dall'abilissimo uso che Linus ne sa fare, usandola ad esempio come una frusta per colpire al volo una moneta. Ha inoltre una predisposizione sfrenata all'uso della fantasia, come testimonia l'invenzione o l'utilizzo fantasioso di vari animali "feroci" - conosciuti solo da lui e da Snoopy - di cui ha il terrore, come i burropardi (terribili leopardi che vivono solo nei burroni), le vipere cornute, i rospi smeraldini e le serpi regina;inoltre spesso 'dipinge' quadri di grandi dimensioni semplicemente agitando un dito come pennello e usando l'aria come tela.

Sally è innamorata di Linus e lo chiama "scimmiottino d'oro" (sweet baboo), ma non ha speranze di essere ricambiata, avendo Linus una cotta per la sua maestra di scuola, Miss Othmar. In seguito arriverà un'altra compagna di scuola, Lydia, con la quale Linus litiga molto spesso, anche se c'è dell'amore tra loro due. In realtà Linus ha avuto molti altri idilli con Tapioca Pudding, Mae Jo, Janice Emmonds, Tartufo.

L'interesse di Linus per religione e filosofia è un modo per sottrarsi alle continue prepotenze della sorella maggiore, Lucy. Negli ultimi anni di pubblicazione della striscia è anche comparso un terzo fratello più giovane, Replica (Rerun nell'originale e Ripresa nella versione animata), che è praticamente un gemello più piccolo di Linus, già traumatizzato dalle uscite in strada nell'apposito seggiolino posto sul retro della bicicletta della madre.

Recensione

Buongiorno, Molla la coperta, Linus! è il primo volume di 20 (io ho solo questo a casa), che tramite vignette, parla della vita di Linus, bambino che non riesce a staccarsi dalla sua coperta neanche volendo! Inoltre tiene sempre il pollice in bocca, come i bambini piccoli, cosa che, insieme alla coperta, gli trasmette sicurezza; ma a contendere la coperta con Linus, c'è anche Snoopy, il cane che ne combina di tutti i colori. 
"Molla la coperta, Linus!" è un fumetto che si legge velocemente e vi farà morire dal ridere (probabilmente vale anche per i volumi successivi, che io per ora, non leggerò); le pagine sono circa un centinaio e vediamo Linus perdere o regalare la coperta, per poi pentirsene dopo neanche due secondi; mentre la sorella Lucy, cerca in tutti i modi di disfarsene, ma non ci riesce e non capisce perché il fratello ne abbia così bisogno.

Un fumetto divertente, da leggere tra una pausa da un vero  romanzo e l'altro, che vi permette di staccare la spina, ecco cos'è questo.


La mia valutazione


Alla prossima

Luce <3



sabato 10 aprile 2021

Reseña tetralogía "El cementerio de los Libros Olvidados", Carlos Ruiz Zafón

 


Autore: Carlos Ruiz Zafón
Titolo: El laberinto de los espiritus
Serie: El cementerio de los Libros Olvidados #4
Prezzo: cartaceo 15,67  e-book 7,99

Link d'acquisto: QUI

Serie El cementerio de los Libros Olvidados:
4)El laberinto de los espiritus

«Amico mio» disse alla fine. «Non perda la speranza. Se ho imparato qualcosa in questo porco mondo è che il destino è sempre dietro l’angolo. Come se fosse un ladruncolo, una sgualdrina o un venditore di biglietti della lotteria, le sue tre incarnazioni più comuni. E se un giorno deciderà di andare a cercarlo – perché il destino non fa visite a domicilio – vedrà che le concederà una seconda opportunità.»

Trama
Barcellona, fine anni '50. Daniel Sempere non è più il ragazzino che abbiamo conosciuto tra i cunicoli del Cimitero dei Libri Dimenticati, alla scoperta del volume che gli avrebbe cambiato la vita. Il mistero della morte di sua madre Isabella ha aperto una voragine nella sua anima, un abisso dal quale la moglie Bea e il fedele amico Fermín stanno cercando di salvarlo. Proprio quando Daniel crede di essere arrivato a un passo dalla soluzione dell'enigma, un complotto ancora più oscuro e misterioso di quello che avrebbe potuto immaginare si estende fino a lui dalle viscere del Regime. E in quel momento che fa la sua comparsa Alicia Gris, un'anima emersa dalle ombre della guerra, per condurre Daniel al cuore delle tenebre e aiutarlo a svelare la storia segreta della sua famiglia, anche se il prezzo da pagare sarà altissimo. Dodici anni dopo “L'ombra del vento”, Carlos Ruiz Zafón torna con un'opera monumentale per portare a compimento la serie del Cimitero dei Libri Dimenticati. “Il labirinto degli Spiriti” è un romanzo fatto di passioni, intrighi e avventure. Attraverso queste pagine ci troveremo di nuovo a camminare per stradine lugubri avvolte nel mistero, tra la Barcellona reale e il suo rovescio, un riflesso maledetto della città. E arriveremo finalmente a scoprire il gran finale della saga, che qui raggiunge l'apice della sua intensità e al tempo stesso celebra, maestosamente, il mondo dei libri, l'arte di, raccontare storie e il legame magico che si stabilisce tra la letteratura e la vita.

«Barcellona è una casa stregata, Vargas. Il fatto è che a voi turisti non viene mai in mente di guardare dietro le tende.»

Reseña

Buongiorno! Eccomi di ritorno con la recensione del capitolo conclusivo di questa tetralogia; ovviamente ritroviamo i vecchi personaggi che abbiamo conosciuto e amato nei libri precedenti, ma ci saranno altri due personaggi nuovi, Alicia Gris e Vargas ad affiancarli, soprattutto per scoprire certe verità, che sono state celate a tutta la famiglia Sempere e soprattutto a Daniel; lungo il filo della tensione, al limite tra la vita e la morte, scorre quest’opera straordinaria che chiude la saga del Cimitero dei Libri Dimenticati, dopo dodici anni di attesa: riuscirà il piccolo Daniel a scoprire la tanto agognata verità e la sua anima a trovare finalmente la pace?
"Il labirinto degli spiriti" è la degna conclusione di questa tetralogia, succede di tutto e resterete incollati al libro fino alla fine.

La mia valutazione
Alla prossima

Luce <3




Indossava abiti raffinati e, a quanto Bea poteva capire, carissimi. […]Aveva un corpo affilato e un atteggiamento vagamente teatrale. Le labbra erano dipinte di un colore così brillante che lei non si sarebbe mai azzardata a sfoggiare in pubblico e che in rare occasioni aveva messo solo per Daniel, quando lui la intontiva di moscatello e le chiedeva di fare quella che chiamava “una sfilata”.

venerdì 9 aprile 2021

Cover reveal "L'ora oscura", Daniele Tartaglia

 


Buongiorno e bentornati sul blog con un nuovo cover reveal



Titolo: L’ora oscura

Autore: Daniele Tartaglia

Editore: O.D.E. Edizioni

Genere: Raccolta di racconti fantasy horror

Pov: misto

Prezzo ebook: € 2.99

Prezzo cartaceo: € 12.99

Data pubblicazione: 14 aprile

Pagine: 100

Serie: no

Autoconclusivo: sì

Sinossi

Nel crepuscolo che divide il sonno dalla veglia, l’autore presenta storie che hanno come filo

conduttore l’irrealtà. Attraverso visioni demoniache, creature leggendarie e mostri nelle case, questi

racconti prendono per mano il lettore trascinandolo nel delirio della coscienza.

A metà strada fra il fantasy e l’horror, L’ora oscura racconta la paura, la pazzia, il sogno e la morte.

Estratto: Sognavo di dormire.

Supino, le gambe leggermente divaricate, assaporavo il

rilassamento del sonno. La coppia di cuscini soffici dietro la nuca

curvavano appena la mia schiena, accentuando il piacere del

riposo.

Quando apparve, non mi sembro poi tanto strano. A poco a poco,

tuttavia, nella coscienza quasi annullata del sonno, misi a fuoco,

con scarsa ma sufficiente chiarezza, l’occhio: grosso, rotondo,

l’iride di un azzurro chiarissimo, quasi pallido.

Mi guardava. Sospeso a mezzo metro dal mio corpo. Immobile.

Non aveva palpebre, ne ciglia. Era un globo oculare nudo,

separato e indipendente da ogni corpo di cui avrebbe potuto far

parte: tuttavia era vivo.


Biografia

Sono nato a Pietrasanta (Lucca) il 5 gennaio 1961. Dopo il liceo, laurea in Medicina

Veterinaria, e successiva specializzazione in Clinica dei piccoli animali. Sposato con Lia

(conosciuta sui banchi del liceo e anch’essa Veterinaria), ho due figli (Sara, nota blogger, e Filippo,

agente immobiliare). Appassionato di lettura, trekking e astrofisica.

Morirò novantenne, mettendo a posto la cantina di casa mia ��

giovedì 8 aprile 2021

[Review Tour] Recensione "Cinque sorelle", Cinzia Giorgio

 


Buongiorno e bentornati sul blog con un nuovo review tour, organizzato da Silvia DC del blog leggoancoradieciminuti



Titolo: Cinque Sorelle - La saga della famiglia Fendi
Autore: Cinzia Giorgio
Casa editrice: Newton Compton Editore
Genere: Narrativa
Pagine: 288
Formato: ebook - cartacee
Prezzo: € 12,00
E-book: € 4.99

Link d'acquisto: QUI

Roma, 7 luglio 2016
Fontana di Trevi

Le sembrò di entrare in una foresta di sete colorate dai toni pastello fino al blu notte. Sugli stander si intravedevano le silhouette femminili e sinuose di abiti lunghi stile impero, fatti di crinoline vaporose e in tessuti leggeri come organze, mussoline, pizzi, in contrasto con i bustini stretti e le mantelle e le cappe dal taglio regale.


Trama

Quando Maddalena Splendori entra per la prima volta nella boutique della famiglia Fendi, in via Piave, Adele Casagrande Fendi la riconosce subito.
Maddalena è una donna nota alle cronache per uno scandalo di cui è stata protagonista prima del matrimonio. Sin dal primo scambio di parole, però, le due donne sentono che qualcosa le lega: è lo spirito anticonformista e passionale che le anima entrambe. Quello spirito che ha consentito a Maddalena di emanciparsi dalla miseria in cui è nata e frequentare ora i salotti buoni di Roma, di ospitare in casa sua scrittori dell’importanza di Luigi Pirandello. Lo stesso spirito che ha spinto Adele Fendi, nella Roma degli anni Venti, ad aprire un negozio di moda insieme al marito, realizzando il suo sogno e diventando una stimata e affermata imprenditrice. Ben presto, infatti, grazie alla sua determinazione, le raffinate pellicce e gli accessori in pelle con il marchio Fendi diventano famosi anche all’estero, nonostante il conflitto mondiale. È solo l’inizio di un successo inarrestabile: l’amore per la produzione artigianale e per la tradizione, unito alla capacità visionaria, si trasmetterà dalla madre alle cinque incredibili figlie. Con loro e grazie al duraturo sodalizio con Karl Lagerfeld, il marchio diventerà una vera e propria icona del lusso internazionale. Tra le pagine di questo romanzo rivive la storia di un’amicizia così profonda da legare più generazioni, insieme a quella di una famiglia il cui nome è in grado di evocare eleganza e bellezza.
Un viaggio nel mondo della moda
La nascita della maison Fendi
La storia di un’amicizia profonda e duratura.


Federico Belladonna amava follemente sua moglie, fin dal primo momento in cui l'aveva conosciuta, dodici anni prima. Era arrivato a Roma dalla natia Napoli ormai già da un paio d'anni, quando Maddalena era comparsa come una visione dinnanzi ai suoi occhi. Lui, che fino a quel momento era stato uno scapolo impenitente, sempre circondato da amici, militanti del partito e donne eleganti, aveva lasciato alle spalle la sua vita scapestrata e aveva sposato Maddalena solo pochi mesi dopo averla incontrata. Un amore a prima vista che lo aveva lasciato quasi senza fiato. Poco importava il passato di lei.

Recensione

Buongiorno e bentornati sul blog con un nuovo review tour; oggi vi parlo del romanzo "Cinque sorelle" di Cinzia Giorgio; ci ho messo tre giorni, perché nel mezzo lavoravo, ma ho adorato questo romanzo che ho letto in anteprima, dato che esce l'1/4!
"Cinque sorelle" è la storia delle sorelle Fendi e dei loro discendenti, è un viaggio nel mondo della moda, la possibilità di conoscere e scoprire la nascita della maison Fendi e la storia di un'amicizia ver e duratura; è un libro diverso da quelli che leggo di solito, ma vale la pena cambiare genere per questo, fidatevi! Maddalena Splendori è una donna molto conosciuta, che è stata vittima di uno scandalo, conosciuta da tutti in città proprio per questo; nel corso del romanzo conosceremo la sua storia, quella dei suoi discendenti e delle sorelle Fendi; Paola, Anna, Franca, Carla e Alda: questi sono i nomi delle sorelle Fendi. Ognuna di loro ha a cuore l’azienda di famiglia e si impegna nella ricerca di supporto da parte di stilisti emergenti. Leggeremo di donne che si battono per i loro diritti, per la loro libertà, perché questo è un periodo di guerra, un periodo dove, ahimè, a prevalere è più la volontà maschile di quella femminile.
Lasciatevi trasportare dal mondo della moda, dall'amicizia, dalla voglia di riscatto; questo romanzo vi porterà via massimo 3 giorni, esattamente come è successo a me, ma avrete la possibilità di vivere un'emozione unica!

La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3


La veritù era che Federico viziava Clelia come se fosse davvero sangue del suo sangue. Maddalena era ben conscia di essere stata fortunata in questo e che non avrebbe potuto sperare in un legame più forte tra suo marito e sua figlia, ma a volte, per quanto strano potesse sembrare, si sentiva esclusa da quel rapporto. Non sapeva se a incidere su questa sensazione fosse il senso di colpa che nutriva nei confronti di John.





mercoledì 7 aprile 2021

WWW...wednesday #136

  Il WWW Wednesday, è una rubrica settimanale ideata da MizB (Should be Reading) nata per far sapere a voi lettori le mie letture appena concluse, quelle attuali e le prossime!!


1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?


A casa ho iniziato questo! Vi farò sapere


Lo sto leggendo per il review e sono al 68%

2.What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?


Recensione QUI


Recensione online domani



Recensione online venerdì


Recensione online sabato


Recensione online domenica


Recensione online il 30/4


3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?



Appena finisco come vento d'inverno, inizio questo


Ed eccoci alla fine del 136esimo WWW!  Voi cosa state leggendo? Cos'avete finito? Cosa leggerete? 


Alla prossima


Luce <3