giovedì 17 dicembre 2020

Recensione in anteprima "Erkalya: l'alba delle tenebre", Eleonora Zaupa

 


Autrice: Eleonora Zaupa

Titolo: Erkalya: l'alba delle tenebre

Prezzo: e-book 3,99

Link d'acquisto: QUI


Estratto dal Diario

Dell’Ordine

Nell’incontro odierno abbiamo ricapitolato che:

In tempi sereni, la famiglia reale più rinomata di

Erkalya scambiò ogni proprio avere per far applicare un

incantesimo proibito alla figlia, ignari che ciò avrebbe

cambiato ogni cosa. In brevi lustri, i popoli iniziarono a

derubarsi tra loro. Nacque l’odio nelle città, nelle case e

tra fratelli. Non vi era più pace da una razza e l’altra e la

collaborazione che avevamo raggiunto con fatica venne

meno. Le barbarie si diffusero in ogni landa, come

un’epidemia. (…)

L’incantesimo che applicarono alla principessa era di

indescrivibile potenza. (…) In passato, le Sacerdotesse

Arcane avevano rivelato che il destino è già scritto, ma la

conseguenza di lunghi e azzardati studi è stato un potente

incantesimo in grado di far mutare le cose senza possibilità

di ritorno, sconvolgendo quella che credevamo una legge

divina. (…)


Trama

Una ragazza si desta tra cadaveri, fiamme e polvere. Un villaggio distrutto, una terra che non conosce. Non sa dove si trova, non sa chi è, non ricorda nemmeno il suo nome. Tantomeno sa dove andare, fino all'incontro con Andrael. Lui sembra sapere chi lei sia ma nasconde dei segreti. Le tace delle verità e lei può solo sperare che esse si svelino al momento giusto. Andrael, Cavaliere del Drago, ha un compito ben preciso, una missione che deve portare a termine a ogni costo. Lui, però, non aveva previsto la ragazza. Non aveva previsto di salvarla, di aiutarla, di portarla con sé e, per lei, dover rimandare la missione. Perché la ragazza è la chiave di volta che può far tornare le cose alla normalità sull’isola di Erkalya. Insieme, dovranno attraversare lande desolate ma anche infuse di mistero e di Koagral alla ricerca della verità. Conosceranno personaggi inquietanti che si ribellano alla propria natura. Il tempo è tiranno e sta per scadere. Ogni passo sembra portare alla sconfitta.


Stava correndo, ma non sapeva da quanto. Sentiva solo

il pressante bisogno di distanziarsi da quell’incubo. Sotto i

suoi piedi vi era erba bagnata: non doveva aver smesso di

piovere da molto.

I suoi primi ricordi risalivano a poco prima.

[Prima]

La ragazza si svegliò al centro di una larga strada

polverosa color della sabbia. Annusò odore di terra,

bruciato, sangue e morte. Le diede il voltastomaco. Come

se avesse intrapreso una rissa, o come se fosse stata

vittima di un pestaggio, le doleva il corpo. Qualche

ematoma e ferita non mancavano.


Recensione

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione di un nuovo fantasy; questo romanzo parla di una ragazza che per qualche motivo perde la memoria, una ragazza che è destinata a grandi cose, ma che per certe persone deve morire. Perché? Nèyah non sarà sola nella scoperta della verità, perché con lei ci saranno Andrael, prima persona che incontrerà quando sarà sveglia e abbastanza in forze per muoversi; ma Andrel le nasconde qualcosa, cosa? Questa ragazza scoprirà in un drago un amico, un alleato, qualcuno che già faceva parte del suo passato; i personaggi in questo romanzo sono tanti, i colpi di scena anche, quindi temo di non potervi dire molto senza entrare nei dettagli, e sapete BENE cosa penso degli spoiler :D

Un passato da scoprire, un presente e un futuro ancora da vivere, un sacco di personaggi inquietanti che potrebbero aiutarli, ma anche ostacolarli; Nèyah è la chiave necessaria a salvare il mondo; una cosa è certa: la missione di Adrael, andrà a farsi benedire, perché la presenza di Nèyah, che non era prevista, gli farà cambiare idea.

Avremo a che fare con sacerdotesse disposte a tutto pur di salvarsi o ottenere il potere, ci sarà chi aiuterà, chi no; un'altra cosa è sicura: tutto questo è una dannatissima lotta contro il tempo: un tempo tiranno, che da poche possibilità di riuscita nei piani. Insomma, Erkalya non può mancare nel vostro repertorio fantasy, perché vi assicuro che vi farà venire i brividi!

E' quasi sicuro che a fine lettura, vi domanderete cos'altro potrà succedere e vi dico: dovremo aspettare un eventuale secondo volume per saperlo!


La mia valutazione



Due ragazzi. Un prato sconfinato. Il ricordo era confuso,

non riconosceva i volti dei giovani ma lei aveva le orecchie

a punta come quelle di un elfo, eppure non lo era.

«Guarda! » esclamò con voce squillante e allegra.

«Che cosa? » le rispose il ragazzo voltandosi.

Lei scosse la mano. Impugnava una roccia di color rosso

vivo con una forma tondeggiante.

Bastò un solo sguardo di lui per renderlo serio. «Ma sei

scema? » sputò tra i denti. «Avevamo deciso: questa

sarebbe dovuta restare l à! »

«Sentivo che avremmo dovuto portarla con noi. »

La roccia aveva delle incisioni: due linee oblique a

formare un triangolo aperto, e una terza al centro che

saliva verso l ’altro.

«Loro sanno dove si trova, e la seguiranno. » Il ragazzo

spostò il peso da un piede all’altro; era nervoso.

«Dobbiamo raggrupparle tutte, però» spiegò lei, come se

fosse una scusa sufficiente.

«Ormai saranno già qui. » Lui si guardò attorno, ansioso:

«Li abbiamo già affrontati e ci siamo salvati per puro caso.

Ricordi? Questa volta non ce la faremo; gettala! »

«No!»

1 commento: