lunedì 18 gennaio 2021

Recensione "Tra le note di Xavier", Noemi Talarico

 


Autrice: Noemi Talarico

Titolo: Tra le note di Xavier

Serie: Il filo rosso del destino

Prezzo: cartaceo 9,35   e-book 1,80

Link d'acquisto: QUI


Trilogia Il filo rosso del destino:

1)Come tutto ebbe inizio

2)Amore odio e vendetta

3)Araba fenice


Avrei preferito rimanere cieco, avrei preferito rimanere col culo

su quel maledetto sacco di sabbia.

Una donna: cade in ginocchio sotto le mie iridi tinte di rosso,

ha due bambini con sé: urlano, ma le loro voci non mi

arrivano. Si aggrappano alle sue braccia ormai prive di vita, la

fissano in quegli occhi sbarrati e più neri di questa maledetta

notte. Crollo insieme a lei e, nonostante indossi le ginocchiere,

le mie ginocchia si frantumano appena scontrano il suolo, solo

ora che sono a terra mi rendo conto di essere immerso in una

pozza di sangue...

Sangue che non è il suo, ma della creatura innocente che

portava in grembo e che vedo scalciare sotto la sottile pelle del

ventre tirata ormai più fredda di un blocco di ghiaccio, fino ad

esaurire la poca linfa vitale che aveva di scorta...


Trama

Xaver è un coreografo rinomato e famoso in tutto il mondo. Prima di approdare nel mondo della danza la sua vita era totalmente dedita alla divisa militare.
Decide di arruolarsi nell'Esercito per dimenticare la sua terra: causa di morte e sofferenza per la sua anima. Un padre con le fattezze di un mostro e una madre priva di spina dorsale segnano l'inizio delle sue pene, i colpi da incassare non si limitano alla sua sola infanzia e Xaver si ritroverà a fare i conti con il demone che risiede nel suo ventre e l'assassino che è diventato.
In fondo al suo cuore però sa cosa è giusto e cosa è sbagliato. La ricerca di se stesso inizia con il viaggio tra vita e morte che accetta di compiere insieme all'amico Frederic, e terminerà con l'arrivo di Aloi: una ragazza con un passato altrettanto doloroso e pieno zeppo di pericoli scampati.
I due all'inizio si detestano ma alla fine la passione scoppia tra le due anime, catapultandoli in un mondo di pace e amore che mai avrebbero immaginato ne fosse possibile l'esistenza.
Una vera e propria favola, ma è risaputo: quando scocca la mezzanotte la magia si dilegua, lasciando il passo ai mostri.
Aloi non ha ancora chiuso i conti con il passato e più si lascia trascinare tra le braccia di Xaver più il tempo stringe, fino ad esaurirsi!
Mai nella loro vita hanno conosciuto un dolore così potente e devastante: ira, distruzione, annullamento, odio, vendetta, menzogne, morte. Eppure...


Questo romanzo fa riferimenti espliciti al sesso. Se ne consiglia la lettura ad un pubblico adulto e consapevole.


"Ultimamente sei strano: ti isoli, passi meno spesso a trovarci e

con il fatto che lei è ancora in maternità non prende pace a

non vederti spesso come prima. Io lo so che si avvicina

l'anniversario, quell'anniversario Xaver... Ma rinchiuderti in te

stesso e crogiolarti nelle colpe che credi di avere non è la

soluzione giusta! Lasciati aiutare, permettici di starti vicino

come tu lo sei stato con noi quando avevamo bisogno."

Recensione


Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione del romanzo "Tra le note di Xavier" di Noemi Talarico, che ringrazio per la copia digitale del romanzo.

Qualcuno mi spiega COME PIFFERO FACCIO A RECENSIRE STO ROMANZO??? Noemi Talarico è riuscita a farmi ammattire di nuovo! Per vostra informazione, la trilogia del filo rosso è un continuo colpo di scena, ma anche con Xaver e Aloi non si scherza! 

Qui abbiamo: un uomo grande e grosso, tatuato, che farebbe qualsiasi cosa per la famiglia e per chi ama, ma abbiamo anche una ragazzina dai capelli rosa, che ha un caratterino tutto pepe; abbiamo conosciuto Xaver nella trilogia, dove però aveva un ruolo marginale e mi viene da dire: GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE Noemi per avergli dedicato il giusto tempo! Hanno entrambi un passato pesante e delle cicatrici da ricucire, ferite che li hanno resi ciò che sono; come nella trilogia di Nicole e Frederick, anche qui è Aloi a condurre i giochi, nonostante la grandissima mole di Xaver.

Come ogni coppia, prima se ne dicono di ogni, poi scatta la scintilla, e anche i personaggi secondari (Nicole, Frederick e sopratutto, nonna Yvonne, faranno la qualunque, purché i due finiscano insieme.

Altro non posso dirvi, lo sapete, ma posso dire che se avete amato la trilogia principale, non potete lasciarvi scappare questo gioiellino di spin-off, che tra l'altro non era previsto, vero Noemi??


La mia valutazione

Alla prossima


Luce <3


«Sono orfana. Non ho mai conosciuto i miei genitori biologici e non ne ho mai nemmeno avuti acquisiti, sono cresciuta in una comunità nelle periferie di Barcellona, nel quartiere di El Raval, e ci sono rimasta fino all'età di ventuno anni. All'inizio mi affezionai ad altri bambini che condividevano con me quella realtà, poi li vidi sfumare via ad uno ad uno, man mano che venivano scelti per essere adottati. Per iniziare una nuova vita, per conoscere l'amore in tutte le sue forme, per avere un futuro, per godere di una madre e un padre e magari anche di fratelli o sorelle. Nonni, zii, cugini, amici veri, persone che restano col tempo e che ti vogliono bene... Mentre io rimanevo sempre lì e sempre più sola. Col tempo ho smesso di fare amicizia e di affezionarmi, tanto alla fine mi abbandonavano sempre anche loro...» apre gli occhi e fissa il tavolo apparecchiato «...quando iniziai le scuole pubbliche feci amicizia con un gruppo di ragazzi che non avevano una buona reputazione, non che quella del quartiere sia migliore. Alcuni spacciavano droghe di ogni tipo, giravano con coltellini addosso, facevano abuso di sostanze e alcolici e rubavano per divertirsi e provocare risse. Io non ho mai toccato niente di quella merda, ma mi sono trovata coinvolta in diverse scazzottate che sono finite successivamente tra le mani di poliziotti e infermieri. Rubavo insieme a loro e mi divertivo.

Dopo una serie di richiami legali, il giudice ha deciso di attaccarmi al culo i servizi sociali ed ecco che arriva Garcia!

Dopo i primi incontri decise che quella comunità non era il mio posto e mi portò a casa sua, ho vissuto con lui e la sua famiglia per tre anni, ma senza smettere di frequentare i miei amici e di combinare guai. Finché un giorno non tentammo di rubare direttamente dal museo della Zecca a Madrid...»

«Cosa? Ma come cazzo vi salta in mente una roba simile?»

Sono così stravolto che mi rendo conto di aver urlato solo quando vedo tutti i tavoli intorno a noi infilzarmi con gli occhi e sbuffare per lo show che stiamo dando da quando siamo entrati in questo posto, decisamente era meglio il Mc

Donald's!

«Oh, andiamo! Volevo solo una stupida monetina!»

«Tu hai visto troppe puntate di La Casa de Papel, ragazzina! Non lo sai che quella è finzione, porca vacca, potevi finire in carcere, te ne rendi conto?»

«Infatti! Il Governatore non l'ha presa per niente bene e, dopo avermi denunciata e fatta arrestare, ha letto i miei precedenti e, scoprendo tutto quello che mi trascinavo dietro, ha emesso la sentenza che venga chiusa in gabbia, ma...» si ferma di colpo.

La fisso a bocca aperta come un idiota, aspettando che continui quella stramaledetta frase!

«Ma!?»

«...ma Garcia è sceso a patti per me. Per non farmi finire al fresco e buttare, a detta sua, tutta la mia vita definitivamente nel cesso! Mi ha costretta a trovare una casa mia e ad allontanarmi dalle uniche persone che mi volessero bene, ma non posso mantenermi da sola senza un lavoro, prima lavoravo in una... Trattoria, ma... Mi hanno licenziata! I patti sono che se non mi raddrizzo e rigo dritta finisco in gabbia e lui se ne lava le mani per sempre!»

«Non mi stupisce che ti abbiano licenziata, e quelle persone certo non ti volevano bene! Comunque... È la verità, Aloi?abbasso lo sguardo nel suo.

«Pensi che ti abbia mentito? Non ci credo!»

«Non ti meravigliare se non mi fido, ti ricordo che questa mattina mi hai fatto passare per uno schifoso maiale che allunga le mani sulle sue dipendenti, o peggio: pseudodipendenti!»





7 blog per 1 autore: Viola Lewis

 Buongiorno lettori e amanti delle serie tv! Come avevo preannunciato, da oggi comincia una nuova rubrica in collaborazione con altri 6 blog, di cui uno è quello di Federica, che gestisce Gliocchidellupo

ma in cosa consiste la rubrica, 7 blog per 1 autore?




Riapre una rubrica tanto amata e dedicata agli autori, da un'idea di Federica del Blog Gli Occhi del Lupo. In precedenza chiamata 4 blog per un autore e ora cresciuta in 7 blog per un autore. Ogni settimana ospiteremo un autore con il suo romanzo ed entreremo meglio in ciò che ha scritto. Ringraziamo tutti coloro che si sono affidati a questa iniziativa.
Blog che vi partecipano:
LUNEDÌ - Tutto sul romanzo - IO AMO I LIBRI E LE SERIE TV
MARTEDÌ - Ambientazione - IN COMPAGNIA DI UNA PENNA
MERCOLEDÌ - Cast Dream - TRE GATTE TRA I LIBRI
GIOVEDÌ - Un messaggio da scoprire - ANIMA DI CARTA
VENERDÌ - Un'immagine che racconta - LIBERA_MENTE
SABATO - Intervista all'autore - READING IS TRUE LOVE
DOMENICA - Intervista al personaggio - GLI OCCHI DEL LUPO



SINOSSI

Un uomo tormentato, che ha costruito la sua vita con le proprie mani.

Arrogante, presuntuoso, bello da far paura, con un passato che lo influenza.

Fino a quando non incrocia gli occhi da cerbiatta di Mia.

Due vite opposte.

Due mondi in conflitto.

Due anime in cerca della propria destinazione.

Ma il destino a volte è tiranno, e ci travolge, ci sorprende, ci sconvolge.



Raccontaci come hai scelto la cover, chi l’ha realizzata e qualche info in più rispetto alla trama scelta (Allega un estratto card e la cover del romanzo)

Mi sono affidata alla spettacolare creatività di Antonella Bagordo Grafics. Con lei è stato amore e fiducia a prima vista e non avrei potuto scegliere di meglio, ne sono più che convinta! La scelta della cover è stata travagliata perché ero alla ricerca di un fermo immagine in cui si potesse rispecchiare l'essenza stessa del romanzo che sarebbe approdato al mondo dei lettori. E l'essenza, nel caso di questa storia , consiste nello sfiorarsi, nella passione che alberga nei due protagonisti, quella per la quale si mette tutto in discussione, quella per la quale si tenta di abbattere le proprie barriere e superare le proprie paure, abbandonandosi al momento!


Estratto

Mi ritrovo a faccia a faccia con l’unico individuo con il quale non dovrei avere nulla a che fare. Perché, sì, adesso ne sono sicura, non mi porterà nulla di buono incrociare ancora il suo cammino.
«Che cos’hai di diverso? Perché non riesco ad averti?»
Mi parla troppo vicino perché io possa avere la facoltà di rispondere qualcosa, qualsiasi cosa .
Il mio respiro accelera quando sento di nuovo il suo tocco, prima sul viso, poi sulle braccia.
E dopo… Dopo c’è soltanto il suo calore su di me e le sue labbra sulle mie.
Preme forte come a volersi insinuare ad ogni costo nella mia bocca, e non gli è così difficile raggiungere l’obiettivo dato che glielo lascio fare.
È così che dà inizio a un bacio che per me non ha precedenti.
Le nostre labbra si fondono come fossero un’unica cosa, i movimenti delle nostre lingue non hanno più una direzione, è come se mi stesse assaporando e con le mani comincia a vagare per il mio corpo che aderisce perfettamente al suo.
In questo momento è come se non sentissi più nulla, solo i punti in cui siamo in contatto.

domenica 17 gennaio 2021

Cover reveal "Anima violata", Penelope White

 Buongiorno e bentornati sul blog con il cover reveal del nuovo romanzo di Penelope White



Autrice: Penelope White

Titolo: Anima violata

Editore: Self Publishing
Pagine: 287
Prezzo e-book: 2,99
Prezzo cartaceo: ancora incerto
Uscita: 21 gennaio 2021



Per oggi è tutto, a presto

Luce <3

sabato 16 gennaio 2021

Recensione "La casa sull'argine", Daniela Raimondi

 


Autrice: Daniela Raimondi

Titolo: La casa sull'argine

Prezzo: cartaceo 17,10   e-book 9,99

Link d'acquisto: QUI


"Molti hanno gli occhi neri, la stessa espressione inquieta nello sguardo; altri gli occhi chiari e lo sguardo inconfondibile dei sognatori. Ma in ognuno vedo la stessa storia: una storia di terra..."


Trama

La famiglia Casadio vive da sempre nel borgo di Stellata, all'incrocio tra Lombardia, Emilia e Veneto. Gente semplice, schietta, lavoratrice. Poi, all'inizio dell'Ottocento, qualcosa cambia: Giacomo Casadio s'innamora di Viollca Toska, una zingara, e la sposa. Da quel momento, i discendenti della famiglia si dividono in due ceppi: i sognatori dagli occhi azzurri e dai capelli biondi, che raccolgono l'eredità di Giacomo, e i sensitivi, che hanno gli occhi e i capelli neri di Viollca, la veggente. Da Achille, deciso a scoprire quanto pesa un respiro, a Edvige, che gioca a briscola con lo zio morto due secoli prima; da Adele, che si spinge fino in Brasile, a Neve, che emana un dolce profumo quando è felice, i Casadio vivono sospesi tra l'irrefrenabile desiderio di sfidare il destino e la pericolosa abitudine di inseguire i loro sogni. E portano ogni scelta sino in fondo, non importa se dettata dall'amore o dalla ribellione, dalla sete di giustizia o dalla volontà di cambiare il mondo. Ma soprattutto a onta della terribile profezia che Viollca ha letto nei tarocchi in una notte di tempesta... La saga di una famiglia che si dipana attraverso due secoli di Storia, percorrendo gli eventi che hanno segnato l'Italia: dai moti rivoluzionari che portarono all'Unità fino agli Anni di Piombo.

"La felicità è fatta della stessa materia di cui son fatti i sogni e il male della vita, per tutti noi, non è stato correre dietro ai sogni, ma rinunciarvi."

Recensione

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione del romanzo "La casa sull'argine la saga della famiglia Casadio" di Daniela Raimondi; una storia famigliare, che inizia quando Giacomo Casadio si innamora della zingara Viollca, con cui si sposa e avrà dei figli. Da quel matrimonio in poi, vivremo le vicende, belle e brutte di tutta la famiglia: ci saranno personaggi con gli occhi chiari, altri scuri, ma tutti con una storia nel sangue: quella della terra.

Due secoli di storia: prima e seconda guerra mondiale, come ho detto dal matrimonio di Giacomo con Viollca la famiglia sarà divisa in due: i sognatori dagli occhi azzurri e dai capelli biondi, che raccolgono l’eredità di Giacomo, e i sensitivi, che hanno gli occhi e i capelli neri di Viollca, la veggente. Da Achille, deciso a scoprire quanto pesa un respiro, a Edvige, che gioca a briscola con lo zio morto due secoli prima; da Adele, che si spinge fino in Brasile, a Neve, che emana un dolce profumo quando è felice, i Casadio vivono sospesi tra l'irrefrenabile desiderio di sfidare il destino e la pericolosa abitudine di inseguire i loro sogni. E portano ogni scelta sino in fondo, non importa se dettata dall'amore o dalla ribellione, dalla sete di giustizia o dalla volontà di cambiare il mondo. Ma soprattutto a onta della terribile profezia che Viollca ha letto nei tarocchi in una notte di tempesta…

Un libro che vi terrà incollati fino alla fine, che vi farà ridere, piangere, urlare e tanto altro; siete amanti delle saghe famigliari? Allora non dovete perdere questo romanzo!


La mia valutazione


Alla prossima

Luce <3


«È per colpa di una zingara che la famiglia si è imbastardita.»

venerdì 15 gennaio 2021

4 años juntos

 Buongiorno tesori!! 15/1/17-15/1/21... Vi dice qualcosa?? Esatto, signori miei, sono esattamente 4 anni che è nato questo blog!! 💖



Ancora non ci credo, e invece ben 4 anni fa, ho creato questo angolino per parlarvi del mio amore per la lettura e le serie tv; passano gli anni, voi aumentate sempre più, sia qui che sui social (facebook pagina: https://www.facebook.com/ioamoilibrieleserietv/ ; gruppo: https://www.facebook.com/groups/2258047284508213/ e IG:  https://www.instagram.com/ioamo_ilibrieleserietv/)

Vorrei sapere come piffero fate a sopportarmi! :D 
Vi voglio bene, grazie di tutto


Luce <3


giovedì 14 gennaio 2021

Segnalazione "E' solo un cuore che batte", Marta Mancinelli

  Buongiorno e bentornati sul blog con la segnalazione del nuovo romanzo di Marta Mancinelli



Autrice: Marta Mancinelli

Titolo: E' solo un cuore che batte

Genere: drammatico

Editore: Self Publishing

Uscita: 14/1/2021

Pagine: 342

Prezzo: 13,99 e-book 2,99 

Trama

Trovare un impiego a Manhattan è un’ardua impresa. Lo sa bene Yvonne, che da mesi perde un’occupazione dietro l’altra. Con l’affitto da pagare, le bollette e la retta per la scuola di sua figlia, deve trovare un lavoro il prima possibile. Per una volta, però, la fortuna sembra essere dalla sua parte e fa piombare nella sua vita Samuel, l’amministratore delegato della Price Publishing, una nota casa editrice. Tra manoscritti da valutare, amicizie enigmatiche e segreti che vorticano attorno a loro, Yvonne e Samuel arriveranno presto ad affezionarsi l’una all’altro. L’amore tra i due nascerà quando l’ultimo spiraglio di speranza sta per abbandonare Samuel, ma questo metterà a dura prova la serenità di entrambi. Perché si sa, il cuore non si può comandare e potrebbe sempre decidere di voltarci le spalle.


Per oggi è tutto, a presto


Luce <3

mercoledì 13 gennaio 2021

Review Tour - “Il segreto di Avium”, Giulia Gubellini

 Buongiorno e bentornati sul blog con un nuovo review party, organizzato da Simo del blog: IlmondodiSimis



Autrice: Giulia Gubellini

Titolo: Il segreto di Avium

Prezzo: cartaceo 15,10  e-book 8,99

Pagine cartaceo: 416

Editore: Salani

Genere: Fantasy


All'ombra dell'aquila 

Il volo del passero è gentile

Il volo del merlo è leggero

Il volo del gufo è saggio


Trama

Chiunque, guardando Giglio e Rosa, capirebbe che sono fratelli. Chi li conosce potrebbe anche aggiungere che i ragazzi condividono una certa dose di audacia, un discreto talento per cacciarsi nei guai e un'indole fin troppo curiosa. In fondo a una scala c'è una porta. Giglio ha in tasca la chiave che può aprirla, Rosacontrolla che il corridoio sia tranquillo. Nessuno, all'istituto, sa da dove vengano i due ragazzi, né chi li abbia abbandonati. Sono orfani. La chiave entra e gira. Sull'ultimo ripiano di uno scaffale trovano un cofanetto di legno, con incise le lettere G e R. All'interno due ciondoli gemelli, da unire tra loro. È così che un treno cade dal cielo, per accompagnare Giglio e Rosa verso l'avventura più importante della loro vita. Solcano cieli, fendono nuvole fino a un'isola che fluttua nell'aria: un mondo fantastico che li mette subito in pericolo, perché uomini 'alati' come uccelli li vogliono catturare. Grazie all'aiuto dei ribelli della Fenice, i giovani riescono a sfuggire ai Gendarmi. Su Avium, la terra che li ospita, loro sono dei Senza Piume e per questo clandestini. Devono riuscire a tornare a casa, ma Avium era nel loro destino e durante questo viaggio, meraviglioso e ricco di insidie, scopriranno perché. Età di lettura: dai 9 anni.


La verità è figlia del tempo


Recensione

Oggi, nuovo review tour, organizzato dalla carissima Simo, del blog: ilmondodisimisvi parlo di un libro poco conosciuto (e per fortuna, dico io!): due fratelli, un treno che cade dal cielo, due ciondoli gemelli, un mondo fantastico ricco di pericoli e avventure, ecco cosa vi aspetta con questa nuova serie, di cui per ora, abbiamo solo il primo volume!

Protagonisti di questo romanzo, che si è rivelato essere il primo di una serie (non chiedetemi quanti libri saranno e quando usciranno i seguiti, pare che l'autrice sia vincolata alla segretezza completa e non si può dire niente!), una serie che vi terrà incollati alle pagine dall'inizio alla fine; dicevo:  protagonisti sono due fratelli, Giglio e Rosa, che vivono da anni in un orfanatrofio. Entrambi, ma soprattutto Giglio, si chiedono chi siano i loro genitori e soprattutto per quale piffero di motivo siano stati abbandonati; ed è così che, mettendo il nasino dove non avrebbero dovuto, scoprono l'esistenza di due ciondoli, di cui sono peraltro i proprietari, ma le sorprese non finiscono qui, perché i due ciondoli portano Rosa e Giglio fuori dall'orfanatrofio, dove "cade" nel senso letterale del termine, un bel trenino! Sissignori, un treno, con locomotiva e vagoni al seguito; un treno dove c'è lo stesso, identico simbolo, ovvero una spirale, già vista dai nostri protagonisti, nei loro ciondoli. I ciondoli li porteranno nel mondo di Avium, dove scopriranno chi sono veramente, e come ogni fantasy che si rispetti, ci sarà chi li aiuterà, ma anche chi li ostacolerà, e si ritroveranno in mezzo a pericoli e una guerra non richiesta, almeno, non nella loro vita. Ma ormai, la vita dell'orfanatrofio non sarà più la loro, perché la loro vera vita inizia proprio dove sono arrivati: ad Avium! Avium, la città dove incontreranno i Ribelli della Fenice, coloro che li aiuteranno nella guerra, che è sopratutto dei Ribelli. Chi sono VERAMENTE Giglio e Rosa? Cos'ha a che fare con loro Avium? Mi spiace per voi, ma a queste domande troverete le risposte SOLO leggendo il romanzo; io nel frattempo rosico con altre 10.000 domande per la testa, domande a cui chissà quando piffero troverò risposta, visto che, come ho detto, l'autrice non può dire quando esce il secondo volume di questo fantasy, semplicemente divino! Altra cosa: Il segreto di Avium è adatto sia per i grandi che per i piccoli, quindi NON LASCIATEVELO SFUGGIRE! 


La mia valutazione


Alla prossima


Luce <3


Giglio esitò, poi salì i tre gradini che conducevano alla porta del vagone e cercò di aprirla, ma era bloccata.

Quando si chinò per studiare la maniglia, gli occhi gli si illuminarono.

La vecchia serratura era a forma di doppia spirale.

Esattamente come il simbolo sulle collane.

"Che strana coincidenza" mormorò Rosa.

Un brivido scese lungo la schiena di entrambi. Al centro di ogni spirale c'era  un piccolo foro rotondo e la ragazzina si tolse il ciondolo. Il cilindro ambrato entrò perfettamente.

"Tocca a te", disse al fratello. Era diventata seria.

"Ci stiamo per cacciare in un guaio, lo sai, vero?" replicò lui. Il formicolio alla base del collo lo tormentava più di prima.

La sorella gli sfilò la catenina e gli mise in mano il suo ciondolo. "Tu davvero non vuoi scoprire cosa c'è lì dentro?"

Giglio strinse le labbra "Va bene".