sabato 17 aprile 2021

Leonardo - miniserie tv (reecensione)

 Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione di una miniserie tv italiana, su Leonardo Da Vinci



Titolo: Leonardo

Paese: Italia, Stati Uniti

Anno: 2021

Formato: miniserie tv

Genere: drammatico, storico, in costume

Puntate: 8

Durata: 52 minuti

Lingua originale: inglese


Informazioni

Leonardo è una serie televisiva creata da Frank Spotnitz e Steve Thompson. La serie è stata prodotta dall'italiana Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, Sony Pictures Entertainment, con la Big Light Productions di Frank Spotnitz in collaborazione con France Télévisions e RTVE.




Trama

La serie racconta, pur in maniera fantasiosa, la vita di Leonardo da Vinci, figlio illegittimo di Piero, notaio toscano. Dopo un'infanzia trascorsa nello studio instancabile delle più svariate discipline, quali arte, scienza e tecnologia, all'età di vent'anni Leonardo entra nella bottega di Andrea del Verrocchio, dove conoscerà la sua musa: Caterina da Cremona. A seguito di una delusione parte per Milano, centro di arte e di cultura, dove incontrerà il suo mecenate Ludovico il Moro, che diverrà poi suo antagonista. Accusato di omicidio, Leonardo si troverà a fare i conti con Stefano Giraldi, cui è stata affidata la conduzione delle indagini.



Recensione


Come avrete capito, l'argomento di oggi è la miniserie "Leonardo" andata in onda su rai 1; l'ho finita giusto ieri. Ma veniamo a noi, cosa ne penso?

Visto che non si sa molto sulla vita di Leonardo (sì, è stato definito il Genio del Rinascimento, lo so anch'io, ma dove sta scritto che sappiamo VERAMENTE TUTTO?? Ed ecco perché, la rai, ha deciso di rendere la sua vita un vero e proprio giallo, inserendo qualche particolare tutto vero (esempio? Il processo per essere finito a letto con un omosessuale); ed è così che inizia Leonardo: accusato di un omicidio che  non ha minimamente commesso, poi veniamo catapultati all'indietro, dove troviamo un Leonardo alle prese con il diventare un artista, nella bottega del Verrocchio, dove ha inizio tutto.

Abbiamo quindi passato e presente, dove  Leonardo racconta sfumature e misteri, promettendo un ricongiungimento tra le accuse di omicidio e i fatti di gioventù. Nel frattempo, la serie si immerge nelle infinite pagine di appunti di un genio perfezionista, votato all’autodistruzione e alla ricerca dell’invisibile verità del mondo.

La ricostruzione storica è resa perfetta dalle ottime interpretazioni, di Aidan Turner e Matilda De Angelis, l’artista e la modella misteriosamente assassinata, in perfetta sintonia. 

Seguendo le due linee temporali, Leonardo racconta sfumature e misteri, promettendo un ricongiungimento tra le accuse di omicidio e i fatti di gioventù. Nel frattempo, la serie si immerge nelle infinite pagine di appunti di un genio perfezionista, votato all’autodistruzione e alla ricerca dell’invisibile verità del mondo. Esploriamo una Firenze perlomeno credibile, in cui anche le sequenze più dominate dalla computer grafica reggono il racconto.

A cucire la ricostruzione storica sono infatti le ottime interpretazioni, con Aidan Turner e Matilda De Angelis, l’artista e la modella misteriosamente assassinata, in perfetta sintonia.

Leonardo ci insegna a scoprire la verità, sia quella giudiziaria indagata da Stefano Giraldisia l'osservazione del vero, per l’artista, ossia  una continua indagine sull’esperienza umana

“Non voglio la cicatrice nel disegno: non voglio che racconti questa storia” lo prega Caterina nascondendo il marchio di un torbido passato. Ma lui non può mentire. Quest’afflato verista propone un Leonardo inesplorato nelle varie trasposizioni televisive.

Dove il committente gli chiede l’opera felice per la figlia, lui coglie la tristezza di un’uni


one imposta in nome di interessi famigliari. Dove i colleghi di bottega affidano agli occhi il movimento del carboncino sul foglio, lui cerca di sentire e poi decide di non disegnare alcunché. “La verità di ciò che ho visto” entra così in conflitto col fatto che, come lo redarguiscono, “non vuol dire che gli altri la vogliano vedere".

Un discorso sulla verità che affianca sentire personale ed esperienza in un insieme rivoluzionario per i tempi di Leonardo ma contemporaneo e vivo per noi, intessuti nell’ambiguità di post-verità e fake news. La verità è pericolosa. “Sono un discepolo dell’esperienza”, dirà l’artista: “dipingo la mia verità”.

Essere geni, dice Leonardo, significa guardare. E la vista è una cosa che si impara. Esattamente come il Verrocchio insegnerà al giovane, svelando le tre forme della luce.

Ma il vero mistero di Leonardo si chiama Caterina da Cremona. Dell’esistenza della donna amica di Leonardo abbiamo conferma da alcuni contatti epistolari, ma ciò che Leonardo costruisce attorno alla figura di Caterina è più sottile di una semplice corrispondenza storica.

Coraggiosamente propugnata l’idea dell’omosessualità dell’artista, confermata già nei primi episodi, persino con una sorta di coming out, Caterina diventa personaggio simbolo di un amore ascetico, eterno. Caterina è la madre, l’amica, ma anche la bellezza e l’arte. Caterina è la perfezione cui l’artista ambisce. Per questo il mistero del suo omicidio infittisce la serie di domande oltremodo giuste.

Un omicidio d’amore rientra nei canoni del giallo. Ma può un artista porre fine alla sua musa per lenire i demoni dell’arte? Il quesito mette Leonardo, agli occhi dello spettatore, sul tavolo degli indagati. Anche grazie alla distanza che la serie TV attua rispetto al fatto storico.

Punto fermo della serie TV sono infatti le opere. “La colonna portante” le ha chiamate lo sceneggiatore americano Frank Sptnitz. In ognuno degli otto episodi di Leonardo appare un quadro, inviolato nella sua forma ma rivisto nella sua genesi. Ad apparire in forma convulsa e febbrile sono anche i numerosi studi, le bozze e i disegni dei capolavori.

A loro, il ruolo di riordinare le vicende. Mentre Leonardo gioca con lo spettatore, tra conferme e smentite di una biografia avvolta nel dubbio, i ritratti, i paesaggi, gli incompiuti, raccontati attraverso la sceneggiatura e mai in didascalia, tengono saldo il progetto e confermano le potenzialità di questo universo narrativo rinascimentale.

“Non voglio la cicatrice nel disegno: non voglio che racconti questa storia” lo prega Caterina nascondendo il marchio di un torbido passato. Ma lui non può mentire. Quest’afflato verista propone un Leonardo inesplorato nelle varie trasposizioni televisive.

Quando un committente gli chiede di disegnare la felicità della figlia, lui decide di disegnare ciò che vede realmente e decisamente NON E' ciò che si aspetta colui che l'ha ingaggiato, anche perché per Leonardo “La verità di ciò che ho visto” entra così in conflitto col fatto che, come lo redarguiscono, “non vuol dire che gli altri la vogliano vedere”.

Per quanto fantasiosa, è comunque una serie che secondo me merita, soprattutto per le interpretazioni, e in questo caso le scuse tipo: "Non guardo serie tv italiane", non sono decisamente valide, visto che né Aidan, né Freddie parlano italiano :D

La mia valutazione


Alla prossima

Luce <3





venerdì 16 aprile 2021

Supernatural - serie tv (recensione)

 Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione di una serie tv che io sto recuperando in questi giorni, su amazon prime, dopo aver finito Charmed (Streghe, versione originale)



Titolo: Supernatural

Paese: Stati Uniti d'America

Anno: 2005-2020

Formato: serie tv

Genere: orrore, fantasy, drammatico

Stagioni: 15

Episodi: 327

Durata: 41 min (episodio)

Lingua originale: inglese


Informazioni

Supernatural è una serie televisiva statunitense di genere paranormale e drammatico creata da Eric Kripke e prodotta dal 2005 al 2020 per quindici stagioni.

Girata a Vancouver e in altre località della Columbia Britannica, la serie segue le vicende dei fratelli Sam e Dean Winchester, interpretati rispettivamente da Jared Padalecki e Jensen Ackles, cacciatori di demoni e altre figure del paranormale.

Supernatural è rimasta in fase di sviluppo per quasi dieci anni prima che Kripke riuscisse a lanciarla sul piccolo schermo: l'episodio pilota debuttò il 13 settembre 2005 sul network The WB, venendo seguito da quasi 5,7 milioni di persone, mentre dalla seconda stagione fu compresa nel palinsesto della nuova emittente The CW, nata dall'unione della stessa The WB e UPN. La serie è prodotta dalla Warner Bros. Television in associazione con Wonderland Sound and Vision; il team di produttori esecutivi comprende Kripke, McG e Robert Singer mentre l'ex produttore esecutivo Kim Manners morì di cancro ai polmoni durante la produzione della quarta stagione.

Originariamente Kripke aveva programmato la serie per tre stagioni, che successivamente divennero cinque: la quinta conclude infatti la trama principale dello show così come era stata immaginata dall'ideatore. Negli anni successivi, tuttavia, The CW continuò a rinnovare Supernatural per nuove stagioni: a seguito di ciò Kripke rimase come produttore esecutivo ma non più come showrunner, ruolo per il quale venne sostituito prima da Sera Gamble e poi da Jeremy Carver.

Dal 7 ottobre 2015 è andata in onda l'undicesima stagione, che rende la serie la più lunga del genere a essere trasmessa negli Stati Uniti, mentre l'11 marzo 2016 è stata confermata anche la produzione di una dodicesima stagione.L'8 gennaio 2017 la serie è stata ufficialmente rinnovata per una tredicesima stagione. Il 2 aprile 2018 la serie è stata ufficialmente rinnovata per una quattordicesima stagione, che è stata trasmessa a partire dall'11 ottobre 2018.

Il 31 gennaio 2019 Supernatural viene rinnovata per la quindicesima stagione, che nel marzo successivo viene confermato essere quella conclusiva. La messa in onda, tuttavia, subisce una lunga battuta d'arresto a causa della pandemia di COVID-19 del 2019-2021.



Trama

Il 2 novembre 1983 la madre di Dean e Sam Winchester, Mary, perde la vita uccisa da un demone che incendia la loro casa. Il padre dei due bambini, John, inizia a educare i figli alla caccia del soprannaturale con lo scopo di trovare la creatura che uccise sua moglie e vendicarsene. Dean, il più grande dei due fratelli, segue alla lettera gli ordini del padre e passa l'infanzia a proteggere il fratello Sam, che invece dopo il liceo decide di abbandonare la caccia e di andare all'università.



Recensione


Buongiorno! Due giorni fa ho finito la prima stagione di questa serie (è su amazon prime in caso qualcuno voglia saperlo) e devo dire che i fratelli Winchester mi hanno letteralmente conquistata! Scusate fan di Sam ma per me lui sarà sempre Dean di Gilmore Girls :D e sono fan del suo caro fratellino che guarda caso si chiama proprio DEAN!


Dean e Sam, fin da piccoli sono molto uniti, ma la loro non è una famiglia normale: no, loro vanno a caccia di mostri, demoni e tante altre creature soprannaturali, soprattutto da quando un demone gli ha letteralmente ucciso la madre ed è così che il padre e di conseguenza i ragazzi diventano cacciatori, per vendetta e perché vogliono riscattare la madre/moglie.

15 stagioni, 22 episodi l'una, io sono all'inizio della seconda, ma la prima, quando tutto inizia, è pura e semplice adrenalina, così come ogni episodio!

Ci sono personaggi secondari che odierete (ogni riferimento a Meg Master NON E' CASUALE), altri li amerete, ma sicuramente quelli che vi rimarranno impressi saranno gli unici veri due protagonisti, Dean e Sam.

Come ho detto, in ogni episodio i ragazzi saranno alle prese con vari demoni e altre creature


soprannaturali, che dovranno sconfiggere, ma è anche vero che a volte non tutto va come previsto e che ci sono parecchi ostacoli nel mezzo; i ragazzi nella prima stagione cercano il padre, scomparso nel nulla, ma ovviamente la ricerca è intervallata dalla loro lotta contro varie creature, tutte trovabili grazie al diario dove il padre segnava tutto sui demoni e altre creature soprannaturali.

Se amate come me queste cose, allora Supernatural fa per voi!



La mia valutazione

Alla prossima


Luce <3




giovedì 15 aprile 2021

[Review Party] "Serie Swiss Legends", Carmen Weiz

 


Buon pomeriggio e bentornati sul blog con un nuovo review party organizzato da Ely del blog: respirodilibri



Autrice: Carmen Weiz

Titolo: La voce dell'innocenza

Serie: Swiss Legends #3

Prezzo: 11,34  e-book 2,69

Link d'acquisto: QUI

Serie Swiss Legends:

1)Unique

2)La bellezza del male

3)La voce dell'innocenza

4)Adrenalina


"Ero consapevole delle mie azioni, sapevo di camminare, ormai da anni, su una linea sottile tra la realtà e la follia. Tra la vita e la morte. Tra il bene e il male."


Trama

Ognuno di noi ha un lato oscuro, che resta un mistero per tutti gli altri…

L’agente speciale delle forze dell’ordine svizzere Sophie Nowack (''La bellezza del male'') viene chiamata per lavorare come infiltrato in una comunità religiosa nel cuore della Foresta Nera.
 I luoghi sacri possono diventare un covo per il male? E le guide spirituali possono essere portatori di dolore? Può nascondersi, al loro interno, un gruppo terroristico alla ricerca di nuove reclute?
Seguendo una pista basata su alcuni racconti frammentari provenienti da un testimone, Aiden, un giovane ragazzo trovato in fin di vita, l’agente Nowack, in collaborazione con l’Agenzia, inizia a indagare.
Come si può risolvere un caso quando si hanno pochi elementi, nessun movente e un sospetto, in apparenza, “insospettabile”?
Sotto l'assedio di un assalitore sconosciuto, nonché dei suoi demoni, Sophie inizia a scavare a fondo nel caso solo per scoprire le prove di un'atrocità inimmaginabile, una pletora di segreti sepolti da tempo in una delle comunità. Mano a mano che l'ossessione di Sophie per il caso cresce, aumenta anche la sua determinazione a consegnare il criminale alla giustizia, anche se questo significherebbe mettere la sua vita in pericolo…
Il silenzio delle comunità è il risultato del dogma della religione? Oppure questo gruppo di persone, all'apparenza pacifiche e religiose, stanno cospirando per nascondere una verità di cui nessuno sembra essere a conoscenza? 
 
Carmen Weiz torna con un nuovo libro della serie Swiss Legends, un thriller poliziesco dalle sfumature romance, che sullo sfondo ha una delle foreste più belle e mistiche di tutta Europa: la Foresta Nera...
 
Riuscirà Sophie a mettere insieme tutti i pezzi di questo sinistro puzzle in tempo per salvare la comunità da un destino devastante? O si ritroverà bloccata in una lotta all'ultimo sangue contro un maniaco spietato?

Questo libro può essere letto singolarmente, ma per entrare meglio nella storia dell’agente Sophie Nowack si consiglia di leggere anche il secondo libro della serie, intitolato "La bellezza del male”.
Se, invece, vuoi conoscere anche la storia dell’agente dell’Agenzia Kieran Heizmann, allora non perdere il primo libro della serie intitolato ''Unique.'' 

Attenzione: contiene alcune descrizioni particolarmente intense, pertanto la lettura non è consigliata ai minorenni o a un pubblico sensibile.

Editing stilistico a cura di Camilla Crescentini
Editing contenutistico a cura di Catia Raneri
Editing finale a cura di Giulia Stefanini
Libro cartaceo disponibile anche presso le librerie ''Giunti al Punto''

Segue l'autrice:


Sito ufficiale: www.carmen-weiz.com
Facebook: @Carmen Weiz autrice
Instagram: carmen.weiz


"Dicono che il diavolo che conosci sia migliore del diavolo che non conosci"


Recensione


Eccomi di nuovo qui, a parlarvi del terzo volume della serie "Swiss Legends", che ha come protagonista, ancora una volta, Sophie Nowak (già conosciuta nel volume precedente, "La bellezza del male").

In "La voce dell'innocenza" ritroviamo l'agente Nowak, sempre più dedita al lavoro, e chissene frega della vita sociale :D ; questa nuova missione è decisamente più pericolosa della precedente, perché sta volta si tratta di infiltrarsi in una comunità, per scoprire cosa viene nascosto proprio all'interno della comunità stessa, cosa che l'agente Sophie Nowak si chiede, da quando Aiden, un ragazzo scappato proprio da lì, la vuole conoscere.

Sophie si metterà sempre più in gioco, ma sarà disposta ad avvicinarsi tanto alla morte e a scoprire che il diavolo, non è chi non conosci, ma chi PENSI di conoscere?

Questa storia avviene nel cuore della Foresta Nera, sarà un viaggio adrenalinico da cui non vi staccherete, se non (forse e spero per voi) per DORMIRE ( a meno che non siate esseri che vivono di notte e non di giorno); questo è un vero e proprio thriller, dove, in ogni caso, i sentimenti trovano una via per uscire, sopratuttto quelli di Sophie.

Non vedo l'ora di scoprire cosa succederà nel prossimo capitolo, perché il finale di questo romanzo METTE I BRIVIDI!



La mia valutazione


Alla prossima

Luce <3



"Dettagli di vita... scorci intimi, sussurri d'amore, mi ricordo un'epoca in cui anche io avevo amato e mi ero sentita viva. Per alcuni respiri, alcuni sussurri e fugaci momenti, pensai a quanto avrei voluto essere amata nello stesso modo."


Qui sotto trovate gli altri blog partecipanti




Segnalazione "Black angels/White demons", Rory Myth

 Buongiorno  e bentornati sul blog con una nuova segnalazione



Autrice: Rory Myth

Titolo: Black angels/White demons

Prezzo: cartaceo 10,40   e-book 2,50

Link d'acquisto: QUI


Trama

-Will, che cosa sei? E Jay e Thiara sono come te, vero?- ci riprovò lei.Will, scrutando il suo volto, si ritrovò a prendere una decisione.O cancellare la memoria della ragazza, rischiando di compromettere le sue attività celebrali per sempre, o dirle la verità.Rivelarle il suo segreto.Will imprecò.-Scheiße!-Non avrebbe toccato la sua mente, con il rischio di lasciarla rimbambita a vita.-COSA SIETE, WILL?- domandò lei con un urlo angosciato.-Siamo… siamo…--Cosa?!--Verdammt!- imprecò di nuovo.Bethany Jones è una giovane donna che abita a Morrell Town, un tranquillo paese degli Stati Uniti sperduto e dimenticato da Dio. Un giorno nella casa accanto alla sua, rimasta disabitata da che lei ne ha memoria, si trasferiscono tre individui. Due ragazzi e una ragazza, di poco più grandi di lei. Uno di loro in particolare, Will, attira la sua attenzione e ben presto finisce per innamorarsene. Tuttavia Will e gli altri due non sono esattamente umani, cosa ne sarà dell'amore di Beth quando lo scoprirà? E cosa sono in realtà Will e gli altri due? Beth riuscirà ad accettarli per quello che sono oppure il peso della verità sarà troppo gravoso sulle sue deboli e umane spalle?Nel frattempo una minaccia incombe su Morrell Town e suo malgrado Bethany si ritroverà coinvolta. Come uscirà da questa spinosa situazione? E a quale prezzo?Una storia d'amore, di fiducia e di mistero.L'autrice:Rory Myth nasce a Milano nel 1992, ora vive sulle sponde del lago di Varese, ha un lavoro da modella e frequenta l'università. Amante delle storie e dei libri fin da quando era piccola, si è cimentata di recente nel mondo della scrittura per sostenere con l'acquisto dei suoi libri due associazioni con cui collabora, due case famiglia per ragazzi problematici e senza genitori.


Biografia autrice

Rory Myth nasce a Milano nel 1992, ora vive sulle sponde del lago di Varese, ha un lavoro da modella e frequenta l'università. Amante delle storie e dei libri fin da quando era piccola, si è cimentata di recente nel mondo della scrittura per sostenere, con l'acquisto dei suoi libri due associazioni con cui collabora, due case famiglia per ragazzi problematici e senza genitori.


Per oggi è tutto, a presto


Luce <3

mercoledì 14 aprile 2021

WWW...wednesday #137

  Il WWW Wednesday, è una rubrica settimanale ideata da MizB (Should be Reading) nata per far sapere a voi lettori le mie letture appena concluse, quelle attuali e le prossime!!


1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?


A casa continua la lettura di questo libro, vi farò sapere

Sto leggendo anche il romanzo "Cremisi" di Rory Matthews, perché partecipo al review party, vi farò sapere


Questo l'ho sospeso per Cremisi, ma lo riprendo appena finisco

2.What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?


Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione QUI


Recensione online il 4/5 


Recensione online il 24/6


3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?



Appena finisco i libri in lettura, inizio gli spin-off della honorable serie


Ed eccoci alla fine del 137esimo WWW!  Voi cosa state leggendo? Cos'avete finito? Cosa leggerete? 


Alla prossima


Luce <3

martedì 13 aprile 2021

[Review Tour] recensione "Un cuore fantasma", Alessandra Cigalino

 

Buonasera e bentornati sul blog con il review tour del terzo volume della "Spy Serie" di Alessandra Cigalino, organizzato da Serena di: imieideliridalettrice



Autrice: Alessandra Cigalino 
Titolo: Un cuore fantasma
Serie: Spy

DISPONIBILE IN PREORDINE SU AMAZON.IT

IN VENDITA DAL 6 APRILE 2021
ebook €2,99 pp. 196

cartaceo €9,99 pp. 196

 

DISPONIBILE ANCHE SU KINDLE UNLIMITED

Link d'acquisto: QUI


Serie Spy:
3)Un cuore fantasma
4)Un amore in alto mare

"Lei doveva vivere soltanto nel mondo virtuale. Quello era il mondo perfetto per lei.

Un mondo in cui si era fantasmi. Un mondo in cui il cuore stesso era un fantasma.

Lei non doveva gioire, perché se si gioiva poi si soffriva troppo al ricordo"

 Trama

Ghost non esiste. Non ha più nessuno a questo mondo. È un genio dell’informatica e nessun computer può avere segreti per lei. Lei che, al contrario di tutte le giovani ragazze della sua età, non cura minimamente il suo aspetto e preferisce vivere nella realtà virtuale, tramite il suo avatar. E proprio grazie a questa sua invenzione un giorno viene reclutata dall’organizzazione segreta, di cui nessuno riesce a scoprire la base operativa. Nemmeno lei.
Peter è uno dei migliori agenti speciali della «S.P.Y.». Grazie alle sue innovazioni tecnologiche, i suoi compagni si sentono sempre più protetti durante le missioni. Il suo desiderio più grande è quello di tornare operativo, ma prima deve affrontare la sfida personale con se stesso. Ma nessuna sfida è poi così grande se paragonata a quella in cui il cuore è chiamato a combattere.
In questo terzo volume, Peter e Ghost riusciranno a trovare la password per sbloccare i loro cuori, combattendo così insieme le loro paure?


Il mondo è un posto meraviglioso, ma la vera meraviglia consiste nel viverlo davvero, allontanandosi da uno schermo e alzando più spesso lo sguardo al cielo.

Recensione


Come ho detto sopra, oggi vi parlo del terzo volume della "Spy Serie" di Alessandra Cigalino, siete sicuri di essere pronti???

Questa volta i protagonisti sono Peter e Ghost, no, non avete capito male, ma è un soprannome, tranquilli e si chiama così per motivi parecchio validi!

Come detto, da una parte c'è Ghost, protagonista femminile, che a un certo punto della sua vita ha deciso di sparire dalla vita reale, per entrare e possibilmente restare in quella virtuale; ma siamo sicuri che quella dietro lo schermo di un pc, possa considerarsi vita? Anche a costo di perdere la propria e reale identità? 

Protagonista maschile invece è Peter, il genio (ma non quanto Ghost) dell'informatica all'interno della Spy, lo stesso Peter di cui abbiamo sentito parlare nei volumi precedenti, in sedia a rotelle, ma determinato, si spera, a tornare più attivo che mai, in campo con i colleghi.

L'arrivo di Ghost, permetterà alla squadra di prendere parecchi mafiosi, quanto alla reazione dei colleghi, è diversa da persona a persona, e Peter, quando scopre la sua esistenza, per conto del Mister, è quello decisamente più diffidente: in fondo, come ci si può fidare di qualcuno che vuole mantenere a tutti i costi l'anonimato? 

Ma un giorno il Mister gli chiederà aiuto, quel giorno, Peter scoprirà chi si nasconde dietro l'identità e dietro l'avatar di Ghost, ed è così che tra i due, volente o nolente, si instaura un legame, un legame da cui però Ghost, sembra voler scappare. Ma dall'amore non si può fuggire, cara mia, soprattutto se hai conquistato uno come Peter, determinato a diventare la tua ombra, il tuo confidente!

Alessandra è riuscita, per l'ennesima volta, a farmi sciogliere il cuore, perché la storia di Ghost e Peter è come le altre: destinata a restare nei cuori dei lettori  A VITA!

Lasciatevi conquistare da altri due protagonisti di questa serie, e non ne uscirete mai più!


La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3


"Ed è proprio il cuore l'elemento che si tende a dimenticare, ma intorno al quale gira tutto il procedimento. E' come se fosse il browser che pochi utilizzano, ma che una volta scoperto non si vuole più abbandonare, perché è l'unico che ti può permettere di scoprire i link dell'amore".







Recensione "I promessi paperi e i promessi topi", AAVV

 


Autore: AAVV

Titolo: I Promessi Paperi e i Promessi Topi

Prezzo: 7,80

Link d'acquisto: QUI


Trama

Due rivisitazioni a fumetti del più famoso romanzo italiano


Recensione


Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione di ben due rivisitazioni del romanzo più famoso della letteratura italiana!

"Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno..", vi dice qualcosa? Ah, è l'incipit de "I Promessi Sposi" di Manzoni? Ma va? Solo che io oggi vi parlo di ben due rivisitazioni Disneyane del grande romanzo in questione! 

Nel caso de "I Promessi Paperi" abbiamo "Gertrude" che tenta in tutti i modi di sposare Don Paperigo (zio Paperone ndr), mentre alle sue dipendenze abbiamo i "bravi" o meglio i Bassotti, che come detto lavorano alle sue dipendenze invece di cercare di svaligiarlo; don Paperigo tenta di maritare il povero Renzo (paperino) con Gertrude, quando in realtà dovrebbe sposarsi con Paperella (paperina), dire che ne succedono di ogni tipo è un eufemismo! Il matrimonio si farà? Non ve lo dico, per saperlo, dovete leggerlo! Per quel che riguarda invece i Promessi Topi, abbiamo un Renzo Topoglino e una Lucia Minnella, che cercano di sposarsi (come l'opera originale) ma anche di unire i loro ristoranti (Renzo fa da mangiare, Lucia ha un albergo) e dovrebbero unire le due cose; ma ovviamente ci si mette in mezzo Gambadilegno (che ovviamente ha un nome rivisitato ma non me lo ricordo), che vuole Lucia Minnella a lavorare per lui, perché Trudy proprio non gli va bene; così la rapisce e.. Invece nei panni di don Abbondio c'è Pippo, che ne combina di ogni, e ad accudirlo c'è la fida Clarabella (che lo vorrebbe sposare, ma lui proprio non ce la fa a capirlo); insomma, due rivisitazioni che vi faranno ridere, adatte ai bambini, proprio per avvicinarli all'opera originale quando verrà il momento.


La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3