giovedì 20 settembre 2018

Recensione serie "Excalibur", Bernard Cornwell

Autore: Bernard Cornwell
Titolo: Il tradimento (Excalibur #4)
Prezzo: cartaceo 4,37

Link d'acquisto: QUI


Serie Excalibur:
1)Il re d'inverno
2)Il cuore di Derfel
3)La torre in fiamme
4)Il tradimento
5)La spada perduta




„Ti sbagli, hanno molto a che fare con il Calderone - ribatté Merlino con un'asprezza che nessuno si aspettava. - É il Calderone a portare il caos. Tu desideri l'ordine, e pensi che Lancillotto presterà orecchio alle tue buone ragioni e che Cerdic si piegherà alla tua spada, ma il tuo ordine non ha mai funzionato in passato e non funzionerà neppure in futuro.

Fissò Artù. - Pensi davvero che la gente ti ringraziasse per la pace? Si è annoiata della tua pace e per vincere la noia si è messa a creare guai. La gente non vuole la pace, Artù, ma vuole distrazioni dalla noia, mentre tu cerchi la noia come un assetato la birra.“ 



Trama
Artù sta affrontando la situazione più difficile della sua vita. questa volta non basterà l'abilità in battaglia o l'intelligenza del diplomatico: il re ha a che fare con subdoli poteri. Lancillotto si è impadronito del trono di Dumnonia con l'inganno e Mordred è morto.




„Galahad - mi diceva - è innamorato della perfezione ed è troppo schizzinoso per amare una donna in carne e ossa. Ama le donne come concetto, ma non sopporta la loro realtà, le malattie, il dolore, il sangue.
- Be', non ha mai provato fastidio per cose del genere, in battaglia - commentai io.
- Certo - replicò Ceinwyn - ma in battaglia, coperti di sangue o ferite, ci sono solo uomini e Galahad non ha difficoltà ad ammetterne i difetti. Non ha mai idealizzato gli uomini: solo le donne.“


Recensione



Buongiorno e bentornati con la recensione del penultimo capitolo della saga "Excalibur" di Bernard Cornwell. Ormai siamo agli sgoccioli, la guerra è imminente, Merlino e Nimue cercano di far venire gli dei, con il loro rituale, peccato che vada tutto a rotoli, quando Artù va a recuperare il figlio. Artù è accecato dal dolore, visto che qualche ora prima, ha scoperto il tradimento di Ginevra (non a caso questo volume si chiama proprio: IL TRADIMENTO); le scuse per quest'atto sono tante, ma Artù non ci capisce più niente, tanté che lui stesso arriva a una soluzione (se così possiamo definirla) decisamente drastica (che non vi riferirò per evitare di spoilerare buona parte della vicenda).
Come sempre i colpi di scena sono un'infinità; il confine tra realtà e finzione è sempre sul filo e ben visibile. Merlino arriva allo sfinimento, Nimue diventa un personaggio sempre più oscuro; nuovi personaggi fanno la loro comparsa; insomma, anche in questo caso Cornwell sa come intrattenere i lettori, e li fa penare perché la conclusione non è qui, ma nel prossimo volume.
Cerdic e Aelle, due nuovi personaggi che hanno il loro spessore; ammetto però di aver apprezzato Aelle, che si mostra leale quando necessario, ma Cerdic proprio non lo sopporto!
Non mi dilungo troppo, quindi vi lascio, sperando almeno di avervi incuriosito abbastanza da iniziare la pentalogia.




La mia valutazione
5

Alla prossima
Luce <3







„La gente non rinuncia alle proprie speranze, solo perché è delusa, Derfel; semmai vi si aggrappa con un'intensità ancora maggiore. Siamo davvero degli sciocchi.“ 


mercoledì 19 settembre 2018

Recensione serie "Excalibur", Bernard Cornwell

Autore: Bernard Cornwell
Titolo: La torre in fiamme (Excalibur #3)
Prezzo: cartaceo 4,37

Link d'acquisto: QUI


Serie Excalibur:
Serie Excalibur:
1)Il re d'inverno
2)Il cuore di Derfel
3)La torre in fiamme
4)Il tradimento
5)La spada perduta






„Merlino mi fissò. - Credi che tu, Derfel, o Artù possiate essere tanto forti da resistere a Nimue? Lei è una donna. Le donne ottengono sempre ciò che vogliono, e se per ottenerlo devono rovinare il mondo e tutto ciò che il mondo contiene, così sia.“


Trama

Prosegue la ricostruzione storica della vera vita di re Artù. Con il terzo dei cinque volumi della saga, Artù, negli anni di pace dopo il trattato con i Sassoni, regna in Dummonia in nome del piccolo Mordred, l'erede legittimo al trono ancora bambino. Mordred rivela, fin dalla più tenera età, un carattere odioso, crudele, ostinato e molti sperano che non possa mai salire al trono e che Artù assuma la piena sovranità, ma Artù ha giurato al vecchio Uther che Mordred sarebbe diventato re e per nulla al mondo intende rompere il giuramento...



„Non volevo parlare con Artù e non volevo vederlo. Salii sul promontorio e pregai gli dei, implorandoli di tornare in Britannia. Mentre pregavo, gli uomini del Kernow condussero la regina Isotta fino alla baia dove erano in attesa le due scure navi. I guerrieri, però, non la riportarono nel Kenow.

Invece di ritornare a casa, la principessa degli Uì Liathàin, quella bambina di quindici anni che correva a piedi nudi nelle onde e che aveva la voce flebile degli spiriti dei marinai nei venti salmastri, fu legata a un palo e attorno a lei venne accumulata la legna gettata sulla riva del mare, che ricopriva la spiaggia di Halcwym, e laggiù, sotto gli occhi implacabili del marito, venne bruciata viva. Il corpo del suo amante venne bruciato sulla stessa pira.
[... ]
Anche ora, quando chiudo gli occhi, a volte rivedo quella bambina uscire dal mare. Con il viso che sorride, il corpo sottile sotto la veste bianca aderente e le mani tese ad abbracciare il suo amante. Non posso sentire il grido di un gabbiano senza rivederla con l'occhio della mente, perché mi perseguiterà fino al giorno della mia morte, e anche dopo, dovunque andrà la mia anima, lei sarà laggiù; una bambina bruciata per ordine di un re, in base alle leggi, nello splendido regno di Camelot.“ 










Recensione

Buongiorno! Ebbene sì, ho terminato anche il terzo volume e me ne mancano solo due a conclusione di tutto... Come sempre chi racconta tutta la storia è Derfel Cadarn; anche in questo volume assistiamo a delle guerre, Artù fa giuramenti su giuramenti (e meno male che li odia i giuramenti!), anche se alcuni vengono spezzati; Merlino finge un'anzianità mai esistita, tutto perché sa che presto si scatenerà l'inferno e così sarà. Derfel farà i conti con la crudeltà dei finti druidi, nipoti di Tanaburs e arriverà a volerli uccidere (non vi dico perché altrimenti qua vi racconto tutto!); Morgana passa dalla parte dei cristiani; Nimue dirà la verità e cioé che il calderone è stato rubato e preso da chi non sarà MAI in grado di controllarlo, tanté che si scatenerà l'inferno e no, non è una battuta, perché succederà! Lancillotto ne combina una dietro l'altra, arrivando a compiere un atto osceno (non dirò cosa perchè succede alla fine del romanzo); i conflitti con i Sassoni sono finiti, e Artù e Derfel riescono a mettere sul trono Mordred (non l'avessero mai fatto dico io!), quel bambino è un demonio.. Tanté che a un certo punto ricomincia la guerra e addio la pace tanto agognata da Artù!
Ammetto che Tristano avrebbe dovuto avere un ruolo più spiccato, ma ormai è fatta.. E io so che fine fa, ma non ve lo dico per evitare di spoilerare troppo; sappiate però che certi giurametni non vanno fatti così alla leggera, perché poi si rischia di romperli.... vero Artù??? Preparatevi anche a fare scoperte fuori dall'ordinario, cose che non immaginereste MAI! Derfel e Artù, come ogni essere umano poi, tendono a litigare e ad arrivare a non rivolgersi la parola, ma poi fanno pace, anche se, probabilmente, per certi comportamenti il perdono non andrebbe concesso... 
Nel complesso è ttuto descritto alla perfezione, come ogni libro di questa serie, quindi fossi in voi proverei a leggerla!


La mia valutazione
5


Alla prossima

Luce <3



„Tuo padre è Aelle - asserì Merlino tranquillo.
Lo guardai con stupore. - Come lo sai?
- Ce l'hai scritto in faccia, Derfel. Questa notte, quando ti ho visto arrivare dalla porta della palizzata, per essere uguale a lui ti mancava solo un grande mantello di pelle di orso.

Mi sorrise. - Ti ricordavo come un ragazzino serio serio, tutto domande, con un'espressione corrucciata, ma questa sera sei giunto come un guerriero degli dei, una terrificante creatura di ferro e d'acciaio, di scudo e pennacchio.“


martedì 18 settembre 2018

Segnalazione "Album di famiglia", Maria Capasso

Buongiorno e bentornati sul blog con una nuova segnalazione; oggi vi faccio conoscere "Album di famiglia" di Maria Campasso




Titolo: Album di famiglia
Autrice: Maria Capasso
Storie |Officina Ensemble
Pagg. 156| euro 15
Data di uscita: settembre 2018














Tu sei nelle cose che non ho vissuto, nei caffè che non ho mai bevuto al bar, tu sei nei miei baci mancati, che un giorno darai a chi ti capirà. I baci veri. Quelli che ti fanno perdere la testa e il sonno. Tu sei nelle mie cose lasciate a metà, che tu porterai a termine laddove io non ho avuto fegato. Tu sei la mia continuità. La mia eternità.



Trama

Nora, fin da giovane, aveva optato per la solitudine in nome dell'indipendenza. Se questa scelta non aveva mai pesato troppo per lei, dopo la morte della sua amata madre la protagonista si trova ad affrontare un dolore troppo grande per chi non ha nessuno a cui aggrapparsi. Prima di morire, la donna le aveva lasciato un raccoglitore nel quale aveva racchiuso le pagine della sua vita, quella che aveva sempre tenuto nascosta alla sua famiglia. Immergendosi nel suo passato del tutto inaspettato, Nora dà sfogo a tutta l'emotività che aveva finora represso, abbattendo la barriera che da sempre la separava dagli altri individui. In questo modo Marco, con la sua dolcezza e la sua sensibilità, riuscirà a farsi largo nella sua vita e a darle il giusto sostegno nella scoperta di una verità che va oltre le vicende private di una donna che ha voluto liberarsi dal peso dei suoi segreti.







Autrice

Maria Capasso (1992) nasce a Napoli. Ha collaborato con blog, siti web e riviste letterarie scrivendo recensioni e racconti. Ha pubblicato in versione e-book Nulla si dissolve (Les Flâneurs Edizioni) e Un giorno di primavera (Pink Edizioni); i racconti Ricordo autunnale e Lettera a mia figlia (Historica Edizioni). Gestisce il blog “L’angolo delle parole”.



Per caso vi è venuta voglia di leggerlo come è successo a me? Appena possibile (ovvero quando finirò i libri che ho preso in biblioteca e gli altri due che mi sono stati chiesti), avrete la mia recensione!


Alla prossima


Luce <3


venerdì 14 settembre 2018

5 cose che... #34 - 5 canzoni preferite tratte da musical

Buongiorno e bentornati con la rubrica 5 cose che,  Rubrica a cadenza settimanale ideata dal blog Twins Books Lovers con protagonisti i libri (ma non solo...)



Si ricomincia! So bene che questo non è il primo, ma il secondo tema della rubrica, ma la settimana scorsa ho saltato e salterò anche buona parte degli altri temi, visto che farò solo questo e un altro.. ma veniamo a noi e parliamo di.. 5 canzoni preferite tratte da musical!




1) Sixteen Going On Seventeen



[Rolf:]
You wait, little girl, on an empty stage
For fate to turn the light on
Your life, little girl, is an empty page
That men would want to write on
[Liesl:]
To write on
[Rolf:]
You are sixteen going on seventeen
Baby, it's time to think
Better beware, be canny and careful
Baby, you're on the brink
You are sixteen going on seventeen
Fellows will fall in line
Eager young lads and roues and cads
Will offer you food and wine
Totally unprepared are you
To face the world of men
Timid and shy and scared are you
Of things beyond your ken
You need someone older and wiser
Telling you what to do
I am seventeen going on eighteen
I'll take care of you
[Liesl:]
I am sixteen going on seventeen
I know that I'm naive
Fellows I meet may tell me I'm sweet
And willingly I believe
I am sixteen going on seventeen
Innocent as a rose
Bachelor dandies, drinkers of brandies
What do I know of those
Totally unprepared am I
To face the world of men
Timid and shy and scared am I
Of things beyond my ken
I need someone older and wiser
Telling me what to do
You are seventeen going on eighteen
I'll depend on you





2) So long Farewell


[Children:] 
There's a sad sort of clanging from the clock in the hall 
And the bells in the steeple too 
And up in the nursery an absurd little bird 
Is popping out to say "cuckoo" 
[Marta, Gretl, Brigitta:] 
Cuckoo, cuckoo 
[Children: Marta, Gretl, Brigitta: ] 
Regretfully they tell us Cuckoo, cuckoo 
But firmly they compel us Cuckoo, cuckoo 
To say goodbye . . . 
[Marta, Gretl, Brigitta:] 
Cuckoo! 
[Children:] 
. . . to you 
[Children:] 
So long, farewell, auf Wiedersehen, good night 
[Marta:] 
I hate to go and leave this pretty sight 
[Children:] 
So long, farewell, auf Wiedersehen, adieu 
[Friedrich:] 
Adieu, adieu, to yieu and yieu and yieu 
[Children:] 
So long, farewell, au revoir, auf wiedersehen 
[Liesl:] 
I'd like to stay and taste my first champagne 
[Children:] 
So long, farewell, auf Wiedersehen, goodbye 
[Kurt:] 
I leave and heave a sigh and say goodbye -- Goodbye! 
[Brigitta:] 
I'm glad to go, I cannot tell a lie 
[Louisa:] 
I flit, I float, I fleetly flee, I fly 
[Gretl:] 
The sun has gone to bed and so must I 
[Children:] 
So long, farewell, auf Wiedersehen, goodbye 
Goodbye, goodbye, goodbye 
[Guests:] 
Goodbye!

3) Summer Nigths


Summer loving had me a blast

Summer loving happened so fast

I met a girl crazy for me
Met a boy cute as can be
Summer days drifting away to oh oh the summer nights 
tell me more, tell me more
Did you get very far
Tell me more, tell me more
Like does he have a car
She swam by me she got a cramp

He ran by me got my suit damp

I saved her life she nearly drowned
He showed off splashing around
Summer sun somethings begun but oh oh the summer nights
Tell me more, tell me more

Was it love at first sight?

Tell me more, tell me more
Did she put up a fight?
Took her bowling in the arcade

We went strolling drank lemonade

We made out under the dock
We stayed out till 10 o'clock
Summer fling don't mean a thing but oh oh the summer nights.
Tell me more, tell me more

But you don't gotta brag

Tell me more, tell me more
Cause he sounds like a drag
He got friendly holding my hand

She got friendly down in the sand

He was sweet just turned eighteen
Well she was good you know what I mean
Summer heat boy and girl meet but oh oh the summer nights.
Tell me more, tell me more

How much dough did he spend?

Tell me more, tell me more
Could she get me a friend?
It turned colder that's where it ends

So I told her we'd still be friends

Then we made our true love vow
Wonder what she's doing now


4) I Have A Dream


have a dream, a song to sing 
To help me cope with anything 
If you see the wonder of a fairy tale 
You can take the future, even if you fail 
I believe in angels 
Something good in everything I see 

I believe in angels 

When I know the time is right for me 


I'll cross the stream, I have a dream 



I have a dream, a fantasy 

To help me through reality 
And my destination makes it worth the while 
Pushing through the darkness, still another mile 



I believe in angels 

Something good in everything I see 
I believe in angels 
When I know the time is right for me 



I'll cross the stream, I have a dream 

I'll cross the stream, I have a dream 


I have a dream, a song to sing 

To help me cope, with anything 
If you see the wonder of a fairytale 
You can take the future even if you fail 



I believe in angels 

Something good in everything I see 
I believe in angels 
When I know the time is right for me 



I'll cross the stream, I have a dream 

I'll cross the stream, I have a dream


5) What Dreams I Made Of


Hey now 
Hey now 


Hey now 

Hey now 
Have you ever seen such a beautiful night? 
I could almost kiss the stars for shining so bright 
When I see you smiling, I go 
Oh oh oh 
I would never want to miss this 
'cause in my heart I know what this is 


Hey now 

Hey now 
This is what dreams are made of 
Hey now 
Hey now 
This is what dreams are made of 
I've got somewhere I belong 
I've got somebody to love 
This is what dreams are made of 



(Hey now) 

(Hey now) 


Have you ever wondered what life is about? 

You could search the world and never figure it out 
You don't have to sail the oceans 
No no no 
Happiness is no mystery it's 
Here now it's you and me 



Hey now 

Hey now 
This is what dreams are made of 
Hey now 
Hey now 
This is what dreams are made of 
I've got somewhere I belong 
I've got somebody to love 
This is what dreams are made of 



Open your eyes 

(This is what dreams are made of) 
shout to the sky 
(This is what dreams are made of) 



Then I see u smiling, I go 

Oh oh oh 
Yesterday my life was duller 
Now everything's Technicolor 



(Hey now) 

(Hey now) 
Hey now 
This is what dreams 
This is what dreams are made of 
Hey now 
Hey now 
This is what dreams are made of 
I've got somewhere I belong 
I've got somebody to love 
This is what dreams are made of 
(Hey now) 
(Hey now) 
Hey now 
This is what dreams 
This is what dreams are made of




Early each day to the steps of Saint Paul's

The little old bird woman comes
In her own special way to the people she calls
Come, buy my bags full of crumbs
Come feed the little birds, show them you care

And you'll be glad if you do
Their young ones are hungry
Their nests are so bare
All it takes is tuppence from you
Feed the birds, tuppence a bag,

Tuppence, tuppence, tuppence a bag
"Feed the birds, " that's what she cries
While overhead, her birds fill the skies
All around the cathedral the saints and apostles

Look down as she sells her wares.
Although you can't see it, you know they are smiling
Each time someone shows that he cares
Though her words are simple and few

Listen, listen, she's calling to you
"Feed the birds, tuppence a bag
Tuppence, tuppence, tuppence a bag
Though her words are simple and few

Listen, listen, she's calling to you
"Feed the birds, tuppence a bag
Tuppence, tuppence, tuppence a bag


Ecco le mie 5 (o dovrei dire 6) canzoni preferite tratte da musical; le vostre quali sono?
Alla prossima 

Luce <3