domenica 7 giugno 2020

Recensione "Il Priorato dell'Albero delle Arance", Samantha Shannon

Autrice: Samantha Shannon
Titolo: Il Priorato dell'Albero delle Arance
Prezzo: cartaceo 24,70  e-book 10,99

Link d'acquisto: QUI








Ti ricordi la nostra prima passeggiata? Mi raccontasti della ghiandaia dell’amore, di come riconosce il canto del compagno anche ad anni di distanza» le sussurrò Ead. «Il mio cuore conosce bene il tuo canto, e il tuo cuore il mio. Io tornerò sempre da te.


Trama
Il romanzo fantasy dell'anno. La casa di Berethnet ha regnato su Inys per mille anni ma ora sembra destinata a estinguersi se la regina Sabran IX non si sposerà e darà alla luce una figlia. I tempi sono difficili, gli assassini si nascondono nell'ombra della corte. A vegliare segretamente su Sabran c'è Ead Duryan, adepta di una società segreta che, grazie ai suoi incantesimi, protegge la sovrana. Ma la magia è ufficialmente proibita a Inys... Tra draghi, lotte per il potere e indimenticabili eroine, l'epico fantasy al femminile per il nuovo millennio.


I draghi la osservavano. Si diceva fossero in grado di indovinare i segreti più reconditi dell'animo umano poiché gli umani erano fatti di acqua,e tutte le acque appartenevano a loro.

Recensione

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione del libro "Il Priorato dell'Albero delle Arance"; questo romanzo di 800 e passa pagine, è un vero e proprio mattone FANTASY, sì, tutto in maiuscolo, perché merita in pieno questo titolo; si fa fatica a ingranare perché nel mondo in cui ci trascina Samantha Shannon ci sono parecchi nomi a cui fare riferimento. (Una sorta di George R R Martin, ma almeno lei non ammazza personaggi a caso..). I popoli sono tanti, si passa da Meridione a Occidente, ma il NEMICO COMUNE A TUTTI, è uno solo: IL FAMIGERATO E TANTO TEMUTO SENZA NOME.
I personaggi principali di cui leggiamo i pov sono sostanzialmente tre e sono tutte donne: Ead, o meglio Eadaz e la regina Sabran, in Occidente, in Oriente abbiamo Tané, cavaliere dei draghi che ne passerà di cotte e di crude; ma anche le altre non è che siano esenti dai pericoli, sia chiaro!
Non posso entrare troppo nei particolari, ma sappiate che vi ritroverete col fiato sospeso fino alla fine (che forse poteva essere gestita un po' meglio, ma ormai è andata così); come ho detto l'inizio si fa fatica a gestirlo, a capire come funziona, ma dopo vi assicuro che volerete! Tra draghi che fanno invidia ai tre di Daenerys, e frutti dorati che invece di avvelenarti ti riempiono di fuoco in grado di uccidere (o quantomeno stordire) il nemico, questa è una storia di riscatto, amore, lealtà, uomini e donne che commettono errori, proprio perché UMANI, ma che trovano comunque e sempre la forza per rialzarsi e combattere per ciò in cui si crede.



La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3



L'armatura che portate durante il giorno è così pesante che di notte dovete liberarvene. Di notte tornate a essere fatta di carne. E persino la carne di una regina è vulnerabile alla paura.

3 commenti:

  1. L'ho letto anche io, mi è piaciuto ma non mi ha convinta del tutto

    RispondiElimina
  2. Ne ho sentito parlare molto bene, ma non so però se lo leggerò o meno ☺️☺️

    RispondiElimina
  3. Ho visto belle recensioni ma qualcosa non mi convince, a parte poi le troppe pagine, niente per me è un no ;)

    RispondiElimina