martedì 22 novembre 2022

Recensione dilogia "Experiment", Daniela Spagnuolo

 


Autrice: Daniela Spagnuolo

Titolo: Liam

Serie: Experiment #1

Prezzo: 9,36  e-book 4,99

Link d'acquisto: QUI


Dilogia experiment: 

1)Liam

2)Nora


"Non so dire se questa strana creatura mi spaventi a morte o se ne sono affascinata"


Trama

Niente è più reale di un amore.
Jackie ha quattro mesi per scoprirlo.
Quattro mesi da trascorrere con qualcuno di molto speciale.
O qualcosa. 
Liam.

Nel 2087 essere scelti per ricevere un bioumanoide di ultima generazione, direttamente a casa e senza spese, suona come l'ennesimo messaggio di spam.
Jackie sa bene che gli unici lussi concessi dal suo stipendio da impiegata sono un’auto e l’appartamento in cui vive.
Liam è l'ultima frontiera della robotica: un prototipo del tutto simile all'uomo, dotato di un innovativo Sistema Emozionale Artificiale che gli permette di provare sentimenti autentici.
Dopo un training in laboratorio, arriva per Liam il momento di sottoporsi a una fase sperimentale top secret che prevede l'interazione con una persona comune.
Jackie, tentata dal compenso, accetta di ospitare Liam per quattro mesi: un periodo di convivenza forzata che li porterà a scoprire qual è l’unico ingrediente a renderci davvero umani.

Liam: experiment 01 è il primo romanzo autoconclusivo della serie Sci-Fi Romance Amore Esistente.

19 pagine illustrate incluse.


“È possibile l’amore tra un umano e un robot? Jackie avrebbe risposto no, prima. Prima di accettare la proposta della HER. Prima di conoscere Liam”.


Recensione

Oggi vi parlo del primo volume di questa dilogia; questa storia porta sorpresa e stupore, perché non è una storia d'amore normale, proprio no. Jackie  è un essere umano, esattamente come noi, Liam no, lo sembra, ma non lo è, perché lui è UN ROBOT, sissignori, avete capito bene, questa è la storia tra un'umana e un robot, che inizia con un esperimento perché devono vivere insieme per alcuni mesi.

Jackie lavora alla Her, la compagnia scientifica che le ha offerto una bella cifra per far  entrare Liam in casa sua, occupare il suo spazio e invadere il suo mondo per quattro mesi. E' quello il tempo concesso per condividere esperienze insieme rimanendo a casa, lasciar entrare cose inaspettate e scoprire emozioni.  Il robot è stato dotato di emozioni ma devono essere accese, ogni sua particella è una vera rivelazione, il suo sistema è in grado di assumere consistenza, le sensazioni sono difficili da decifrare, come un semplice tocco.

Per Liam il tocco è qualcosa di particolare, perché lui le cose se le tocca le assapora.

Dalla comparsa di Liam nella sua vita, Jackie è cambiata, non è più la stessa, non è cambiato solo il suo modo di vivere ma gliel'ha proprio stravolta. Insieme si accarezzano con gli occhi e i baci sono come scosse elettriche, vivono quell'intimità nel buio, e con un tempo limitato. Il domani è vicino, dietro la porta, la speranza di stare insieme cresce.

Questa non è una cosa che succede tutti i giorni, voglio dire: avete mai letto o visto qualcuno iniziare una relazione con un robot, per di più con una data di scadenza? Io no!

Jackie è una ragazza semplice, che ama senza riserve, e con cui è facile, immediato immedesimarsi.  Questa storia in alcuni punti mi ha fatto venire i brividi e il magone; a questo punto non mi resta altro da fare se non consigliarvene la lettura.

La mia valutazione


“Liam è come una macchia di acquarello che si espande su un foglio di carta. Se gli sei vicino non puoi fare a meno di tingerti dei suoi colori”.


*-* *-* *-*


Autrice: Daniela Spagnuolo

Titolo: Liam

Serie: Experiment #2

Prezzo: 9,36  e-book 4,99

Link d'acquisto: QUI


Dilogia experiment: 

1)Liam

2)Nora

La realtà è che sono intasata di variabili impazzite e non mi sento per nulla pronta, anzi, provo un senso di forte e inconfondibile incertezza. Ho la tremenda sensazione che un'interminabile partizione danneggiata stia facendo di tutto per risucchiarmi nella sua confusione.

Trama

Lei è l'invenzione del secolo, il punto di unione tra macchina e uomo.
Lui è un solitario collezionista d'arte che vive di passato.
Nulla li accomuna, ma il loro incontro li cambierà per sempre.

Il 3 giugno 2087 è stato il giorno in cui ho incontrato Lucian Kelly per la prima volta, e nulla è andato come l'avevo immaginato.
Davanti alla sua villa antica affacciata sul lago, avrei dato litri di fluido energetico per risultare più spigliata, più 
normale, ma il laboratorio è sempre stato la mia sola e unica casa e il signor Kelly non ha di certo reso le cose facili.
Nessuno mi aveva mai fatto sentire così inadeguata.
Io, 
Nora, uno dei pochi esemplari di bioumanoide dotati di un sistema emozionale artificiale, avrei dovuto trascorrere quattro mesi di prova con un umano che i sentimenti sembrava averli gettati in un disgregatore di rifiuti, per sempre.
Ma poi qualcosa è cambiato...

Il rapporto tra Lucian e Nora, più che un esperimento, è una scommessa su cui punterebbero in pochi sia oggi che nel 2087. Tra cinquant'anni l'evoluzione tecnologica avrà di sicuro varcato molte frontiere, ma ci saranno luoghi che non smetteranno mai di sorprendere: i sentimenti e il nostro eterno bisogno di sentirci amati.


"Lei era lì, ferma, a un passo da me, del tutto indifesa. Sfiorarla sarebbe stata la fine. Avrei fatto mio il suo candore, l’avrei sentito penetrare nella pelle e, allo stesso tempo, l’avrei visto svanire. Neve che cade sul fango."

Recensione

Questa volta i protagonisti sono Nora, biumanoide (come lo era Liam nel volume precedente) e Lucian, umano che è diventato allergico alle relazioni umane.

L'anno in cui ci troviamo è il 2087, anno di creazione del biumanoide Nora (precedentemente è stato creato Liam, di cui potete leggere nel volume precedente), che, a differenza del primo, Liam, prova emozioni e quindi è sempre più simile ad un essere umano.

Lucian è un uomo solitario che vive in una villa piena di opere d'arte, in un posto isolato. Quando il dottor Bishop, suo amico,  gli propone un esperimento con il suo ultimo bioumanoide, lui accetta subito. 

Nora ha quindi la possibilità di fare un giro nella villa di Lucian, osserva le opere d'arte, è parecchio curiosa e le interessa anche la biblioteca. Il resto di ciò che apprende, le viene insegnato e spiegato da Lucian stesso, con cui pian piano nasce un legame.

Anche in questo secondo volume il pov è alternato, cosa che ci permette di scoprire cosa pensano i due protagonisti, e abbiamo anche modo di scavare nei segreti di Lucian (che dovrete scoprire solo leggendo il romanzo).

Questa nuova storia mi ha completamente ammaliata, ho amato Nora e il suo stupirsi per ogni cosa, mi sono rattristata per Lucian, che avrei voluto vedere un po' più convinto di vivere (capirete il perché). Nora e Lucian nella loro diversità si completano e insegnano veramente tanto a noi lettori.

Daniela ha una scrittura fluida, leggera, non si può non appassionarsi ai suoi personaggi. Se avete letto e amato il primo volume, questo non sarà da meno.


La mia valutazione

Alla prossima

Luce <3


Questo mondo è nuovo per me, e potrebbe risputarmi fuori prima che me ne accorga se non mi dimostrerò all'altezza di ciò che mi aspetta.

Il professore ha detto che questo sarà un esperimento anche per il mio affidatario, che saranno le emozioni a farci incontrare. Mi fido di lui. Il professor Bishop non mi ha mai mentito.





Nessun commento:

Posta un commento