giovedì 25 aprile 2019

[REVIEW PARTY] Recensione "Sapessi, Luca", Giacomo Assennato







Titolo: Sapessi, Luca
Autore: Giacomo Assennato
Genere: Romance Contemporaneo M/M
Pagine: 196
Editore: Self Publishing
Data di uscita: 21\03\2019
Prezzo: e-book 3,00
Link Amazon: https://amzn.to/2On9m7N












Trama
Matteo ha solo 13 anni e mezzo quando scopre per la prima volta l’amore. È una sensazione forte, che lo stordisce e lo schiaccia. Ha sempre avuto chiaro tutto di quella cosa che porta dentro: sapeva che sarebbe successo e non se ne stupisce affatto. Aspettava soltanto di capire chi sarebbe stato. Ed è per Luca, suo compagno di scuola, che Matteo proverà questa sensazione, che è così maestosa da lasciarlo senza fiato. Non glielo confesserà, perché sa che l’altro non saprebbe che farsene, e anche perché la vita li divide drasticamente.
Sono passati quindici anni e Matteo è un grafico pubblicitario, si è trasferito a Milano ed è circondato da tre amici fantastici: Leo, Karl e Davide. La sua è una vita bella, anche se non riesce a realizzarla completamente, bloccato com’è dalla storia che non ha mai avuto ma che sente essere l’unica che  realmente l’aveva toccato nell’anima. Il resto non ci somiglia neanche un po’.
Luca, e tutto quello che avrebbe voluto dirgli, sono i fantasmi che porta con sé.
L’intrecciarsi della sua storia con quella dei tre amici lo accompagnerà in situazioni divertenti ma anche malinconiche che gli apriranno la strada alla vita.


Estratto:


Ecco: questo è il momento esatto. Succede. Mi succede. Ed è una magia. Mi viene da trattenere il respiro perché quello che mi investe è veramente una roba troppo potente. Lo sapevo che prima o poi sarebbe capitato, ma chi l'avrebbe pensato che era così? Sento come un vento che prova a spettinarmi, ma non c'è neanche un filo di brezza. E anche nello stomaco ho qualcosa che si agita, che sta spintonando tutti gli altri organi. Arrivano tante cose tutte insieme, mentre, in groppa a questo cavallo pazzo, vedo dall'alto il fiume scorrere, e mi confondono, non so gestirle. Qualcosa si apre dentro di me e qualcos'altro si chiude... c'è anche un dolore, da qualche parte che non riesco a individuare, ma non so se fa davvero male, e poi come un calore che non so contenere. Mi sembra di essere sospeso nel nulla. Devo registrarlo questo istante: capisco che è una cosa grossa e voglio che mi rimanga in mente per sempre, preciso in ogni particolare, incancellabile, perché già ora so che ci ritornerò. Mi affaccio da sopra le sue spalle e dall'alto vedo quelle gambe tranciare spedite l'acqua mentre mi portano al sicuro. Ecco, sì, mi sento al sicuro, anche se sono sconvolto. E' bello Luca, è forte Luca, è tanta roba.



L'autore:
Nasce in Sicilia, ma questa terra solare imparerà a conoscerla solo da grande, in vacanza, perché quando ha appena tre anni, la sua famiglia si trasferisce  a Firenze. Per questo aspira tutte le "c".
Studia, non molto in verità, al Liceo Artistico e poi frequenta la Facoltà di Lettere.
Il suo lavoro principale è quello di insegnante alle scuole superiori ma, nel privato, appassionato di pittura, di musica  e della parola scritta, si dedica a tutte e tre le possibilità espressive. Ha una bella famiglia con cui condivide stimoli e soddisfazioni.
I suoi primi passi nell'editoria lo vedono come autore di libri scolastici, per Mondadori e Tramontana; ma la sua indole è quella di raccontare storie; ha sempre scritto, fin da ragazzo, e arriva alla narrativa con "Tanto sonno" (una raccolta di nove racconti), col romanzo "Le strade che non portano", "Un'immensa giornata"; che ne è il seguito ideale e il romanzo "Le cose che accadono" delicata e intensa storia a tema M\M.
Sapessi, Luca  è la sua seconda prova nel tema M\M.


"Sapessi, Luca, quello che c’è! E quanto mi fai
stare bene! Se solo potessi dirtelo quello che improvvisamente
provo per te, senza sciupare nulla!
Non sarei certo capace di spiegarti che in questo
momento ho tutto, davvero, tutto quello che conta, e
come mi sembra che non mi potrà capitare mai niente
di brutto se ho te accanto... Se solo immaginassi
quanto questo da una parte mi fa sentire vivo e da
un’altra mi confonde... Sapessi, Luca, quante cose
non ti ho detto, anzi non le ho dette mai a nessuno, e
certe volte neanche a me stesso... Se tu scoprissi
quanto sono in bilico adesso fra essere felice ed essere
scoraggiato... Ma che te lo racconto a fare che
vuol dire avere questa cosa dentro? Io lo so da sempre
che stava lì; ce la tenevo e ogni tanto saltava
fuori e faceva male, come una ferita difficile da curare.
E non la capivo poi completamente; era una
certezza e nello stesso tempo da qualche parte, dentro,
mi dicevo che no, forse no, ma cosa vado a pensare?
Poi uno si abitua, sai, e a volte gli sembra
normale, ma altre volte invece diventa terribile.
Perché non è facile, Luca, non lo è stato finora e mi
domando cosa mi succederà dopo... se dovrò averne
paura, prima o poi, e come ci starò, da grande, dentro
il mondo. Vedi, io sono mingherlino anche dentro,
sai? Sono felice in questo momento, però anche
tanto spaventato! Ma no, non me lo chiedo più dove
mi può portare questa cosa. Ora lo so. Ecco perché
mi sento in bilico, Luca."

Recensione


Oggi tocca a me ospitare il Review Party di "Sapessi, Luca" di Giacomo Assennato e vi dico solo: se volete sapere cosa ne penso: LEGGETE SOTTO!


Ringrazio INFINITAMENTE  ilmondodisimis  per avermi inclusa in quest'avventura. 
Ci sono libri che ti entrano nel cuore, piano piano, senza bussare, senza chiedere permesso, sono gli stessi che una volta arrivati in fondo, fanno fare un bel CRACK al cuoricino che hanno preso in ostaggio; ecco, Sapessi, Luca fa parte di questa categoria! 
Protagonisti di questo romanzo sono Matteo e Luca, due ragazzi, compagni di scuola media, che un bel giorno fanno una scarpinata fino a un ruscello, luogo in cui accade la magia. Matteo ha sempre saputo di essere gay, solo, non sapeva quando, come e per chi, avrebbe provato quel sentimento tanto forte, che viene chiamato AMORE; poi, al ruscello, quando Luca lo prende sulle spalle, perché non riesce a camminare dalla stanchezza, scatta tutto e Matteo si zittisce. Forse Luca non l'ha capito, sta di fatto che Matteo non riesce a spiccicare una parola, se lo fa, non si capisce se siano frasi coerenti. Poi tornano a casa, a scuola si salutano, Matteo guarda Luca e si perde, fino al giorno in cui il mondo gli crolla addosso: Luca, a fatica, riesce a dirgli che si trasferirà a Matera perché il padre ha ricevuto un'offerta di lavoro e non può andarci da solo (mi sto riferendo al padre, non a Luca...); così, ciò che poteva nascere tra i due, non ha luogo, a causa della lontananza.
15 anni dopo, troviamo un Matteo cresciuto, ha cambiato città, ora vive a Milano con 3 amici con cui si diverte da morire; ma il ricordo di Luca è sempre lì, non se n'è mai andato; spesso Matteo si chiede se anche Luca ha mai pensato a lui in questi anni, quanto lui stesso ha pensato a quel ragazzo, amico, perso a causa della distanza; Davide, uno degli amici di Matteo, è un attore, bravo, buonissimo, che volente o nolente, pian piano si innamora di Matteo, ma non se ne rende subito conto. Leggete il libro GRAZIE, io ho parlato anche troppo; ma posso dirvi questo: Giacomo Assennato è riuscito a farmi commuovere, a farmi amare Luca e Matteo, a smuovermi qualcosa dentro come ci riescono solo pochissimi autori. E dire che finora non avevo MAI letto una storia M/M! Ma non è di questo che devo parlare, ciò che avevo da dire l'ho già detto, altro non posso scrivere, vi pare??
Questo è un libro che fa commuovere, che entra nel cuore per poi distruggerlo, ma anche per risanarlo andando verso la fine della storia.


La mia valutazione
5

Alla prossima
Luce <3

- Forse ti diresti anche che ne hai fatto un mito perché è stata
la tua scoperta.
- Scoperta? Davide, tu a che età hai capito di essere gay?
- Eh, sicuro sicuro verso i diciotto anni.
- Ecco: io a cinque.
Ha un balzo sul cuscino.
- Cinque?
- Proprio. Ne ho avuto di tempo per comprendere bene,
quindi, e quando sono arrivato a Luca mi mancava solo di capire
chi sarebbe stato, ma altri dubbi non ne avevo. Neanche
mezzo.





11 commenti:

  1. Bravo l'autore ad essere riuscito a scrivere un Romanzo piacevole, dolce e con personaggi stipendi.

    RispondiElimina
  2. Ma che recensione DOLCE! Il fatto che il libro commuove, entra nel cuore per poi distruggerlo e risanarlo mi piace tanto... sono i colpi di scena che in fondo non ci si aspettano Ti ringrazio proprio tanto! Giacomo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto bello questo aspetto che Luca ha sottolineato. Ho pensato lo stesso, leggendolo. Brava Luce!

      Elimina
  3. Grazie tesoro, a te soprattutto che hai aderito al RP!
    Sapevo già che il libro ti aveva commossa, bella recensione <3

    RispondiElimina
  4. Bella storia!
    Io ne ho letta un'altra (Tutta colpa di Buck, di Olivia Hessen) dove anche qui i due protagonisti non si vedono più da tanto tempo ma ancora si amano... commovente!
    Baci.

    RispondiElimina
  5. Io più che Luca e Matteo ho amato Davide.

    RispondiElimina
  6. E' una storia che arriva dritta al cuore davvero.

    RispondiElimina
  7. Bellissima storia, concordo con le altre

    RispondiElimina