sabato 9 dicembre 2017

Recensione serie "Alice Allevi"; Alessia Gazzola

Autrice: Alessia Gazzola
Titolo: Sindrome da cuore in sospeso (Alice Allevi #1,5)
Prezzo: cartaceo 10,97 e-book 8,99


Link d'acquisto: QUI


Serie Alice Allevi:
1,5)Sindrome da cuore in sospeso
1)L'allieva
2)Un segreto non è per sempre
2,5)Un regalo inatteso
3)Le ossa della principessa
4)Una lunga estate crudele
5)Un po' di follie in primavera
6)Arabesque





“Non chiedere dov’è la tua bambina 
non chiederti chi le dice buonanotte ogni notte
ma prendi il suo sorriso più bello e assottiglialo 
fino a ridurlo ad un filo
e con quel filo strozza le tue domande.

Trama

Alice Allevi ha un grosso problema. Si è appena resa conto di non voler più diventare un medico, ma non ha il coraggio di confessarlo a nessuno, e non sa cosa fare del suo futuro. Ma siccome la vita è sorprendente, sarà l'omicidio di una persona vicina alla sua famiglia a far scoprire ad Alice la sua vocazione: la medicina legale. Forse c'entra il suo intuito, che la induce a ficcanasare dove non dovrebbe, mettendo a rischio le indagini. Forse c'entra l'arrivo della sua nuova coinquilina Yukino, una studentessa giapponese che parla come un cartone animato e che stravolge le abitudini, non solo culinarie, di Alice. Forse c'entra nonna Amalia che, con saggezza mista a battute fulminanti, sa come districarsi fra i pettegolezzi di paese. Una cosa è certa: Alice non lo ammetterebbe mai, ma se sceglierà quella specializzazione, è soprattutto per rivedere Claudio Conforti, il giovane medico legale che ha conosciuto durante il sopralluogo. Vestito in maniera impeccabile, sorriso affilato come un bisturi, occhi travolgenti. Arrogante, sprezzante e... irresistibile.




Recensione


Buongiorno a tutti e bentornati con la recensione di un libro, dopo quasi una settimana di sole recensioni di serie tv! Questa volta vi parlo della serie di Alice Allevi, di Alessia Gazzola, serie da cui è stata tratta la serie tv (recensione QUI) e che inizia con la novella 1,5 Sindrome da cuore in sospeso. In questa novella, conosciamo Alice Allevi, ragazza che ha iniziato l'università nel corso di medicina, che però si rende conto di non poter diventare medico, visto che le emozioni e i dolori dei pazienti la mandano letteralmente nel panico; quando però, la badante di sua nonna rimane uccisa e nella sua vita compare il giovane medico legale Claudio Conforti, Alice capisce di voler diventare come lui e spedisce domanda di internato per la specializzazione. 
Nella vita di Alice entra anche la giapponese Yukino, sua coinquilina, che da come parla sembra un cartone animato e le stravolge la vita; Alice ha anche un'ottimo intuito nel ficcare il naso dove non deve (vedasi uccisione della badante della nonna, per capire chi sia l'assassino); però è anche vero che se non fosse se stessa e non ficcasse il naso negli affari di polizia, gli omicidi non verrebbero risolti.
Questa serie è leggera, ricca di colpi di scena, vi farà ridere come non mai, quindi datele una possibilità, se proprio non riuscite, abbandonatela; ma sappiate che Alice sarà un ottimo medico legale e scoprirà tanti altri casi... Ovviamente non può mancare la sua cotta per Claudio Conforti, il medico legale che sarà il suo supervisore! (ma di questo parlerò anche nelle prossime recensioni :P )



La mia valutazione
5


Alla prossima
Luce <3


Vi ricordo che potete iscrivervi al blog come LETTORI FISSI per non perdervi nessuna recensione, e che lo trovate anche su facebook e instagram!

5 commenti:

  1. Wonderful post dear, I really like it! :) xoxo

    Vildana from Living Like V & Stalia Is BAE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  2. Eccomi! 😊 Grazie di esserti iscritta al mio blog, contraccambio con piacere perché il tuo è molto interessante e utile.
    Buona serata,
    Agnese

    RispondiElimina
  3. Ciao Benedetta eccomi da te, ho trovato molto interessante il tuo post, anzi tutto il tuo blog, veramente interessante, ti seguo volentieri anche nei social, a presto. Maria Laura di https://anni6027.blogspot.it

    RispondiElimina