lunedì 24 giugno 2019

Recensione "Il bacio del mare: Il sacrificio di Castel Marina", Maria Cristina Pizzuto

Autrice: Maria Cristina Pizzuto
Titolo: Il bacio del mare - il sacrificio di Castel Marina
Prezzo: cartaceo 10,76  e-book 1,99

Link d'acquisto: QUI














«Nel 1998 avvenne un fatto estremamente importante
che cambiò le sorti di un piccolo paesino
chiamato Castel Marina» incominciò la nonna, tenendo
in mano un oggetto a lei caro, somigliante
a una conchiglia attorcigliata vertiginosamente su
se stessa. S’interruppe e guardò attentamente le
facce incuriosite dei piccoli nipoti.



Trama:

"Il Bacio del Mare” è il racconto di una nonna ai nipotini. È la storia di una compagnia di ragazzi che vanno a trascorrere le vacanze estive a Castel Marina, un paesino di mare. Lì Sabrina conoscerà l’amore e sarà combattuta con i fantasmi del passato e del presente, che faranno capolino interferendo con la sua vita tranquilla. Il padre di Elisabetta segnerà la linea di confine tra la sua vendetta personale, cercando un’anima simile alla sua bambina, e la possibilità per Sabrina di divenire una cosa sola con il suo Intimo, il mare, con cui ha un legame speciale. Solo il mare porterà la vera felicità a Sabrina, in un piccolo effimero bacio, dove esso toccherà il cuore della ragazza. Sabrina, con il suo sacrificio, metterà fine al tragico susseguirsi di eventi. Neanche gli amici usciranno indenni dalle inquietanti circostanze, le cui vite saranno legate per sempre.


Castel Marina era nota da qualche tempo per
i suoi cambiamenti atmosferici repentini. In pochissimo
si passava da un sole cocente a un tur14
binoso temporale, per poi chetarsi di nuovo in
un mistico paesaggio marino.


Recensione

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione del romanzo "Il bacio del mare: il sacrificio di Castel Marina"; un titolo scelto non a caso, considerata tutta la storia; ma io ovviamente, non ho intenzione di svelarvi troppo.. Venendo a noi, la storia inizia con una nonna che narra una storia ai suoi nipoti; questa storia riguarda un gruppo di ragazzi, in vacanza a Castel Marina, luogo immaginario; i ragazzi sono lì per una vacanza, una vacanza che però si trasforma per tutti in un incubo, visto che Sabrina si ammalerà, inconsapevole, gli amici si chiedono il perché, all'inizio penseranno a una semplice influenza, poi, come succede spesso, la verità verrà a galla. Sarà grazie a un racconto che gli amici di Sabrina, sapranno cosa le succede, ma solo una di loro avrà abbastanza paura da temere per Sabrina stessa; Sabrina in compenso, scoprirà l'amore, un amore che però, forse non sarà destinato a durare, non come lo intendiamo noi almeno...
E io mi fermo qui perché sto già dicendo troppo; Il bacio del mare: il sacrificio di Castel Marina, mai titolo fu più azzeccato di questo; Maria Cristina Pizzuto, è stata in grado di scrivere una storia da brividi, che però farà anche piangere, quindi sì: dovrete prendere i fazzoletti.


La mia valutazione
5


Alla prossima
Luce <3





Da dietro un angolo Marco vide una scritta familiare.
Non riusciva a decifrarla, ma i piedi
erano attratti, come una calamita, all’edificio che
dall’esterno sembrava una catapecchia. Ma più
si avvicinavano, più il corpo di Marco fremeva,
senza che la bocca potesse contenersi, come il
becco di un falco affamato in cerca della sua
preda.

2 commenti:

  1. Pensavo fosse un libro più leggero, per adesso non mi va di intristirmi, ma grazie per la recensione ;)

    RispondiElimina