mercoledì 19 settembre 2018

Recensione serie "Excalibur", Bernard Cornwell

Autore: Bernard Cornwell
Titolo: La torre in fiamme (Excalibur #3)
Prezzo: cartaceo 4,37

Link d'acquisto: QUI


Serie Excalibur:
Serie Excalibur:
1)Il re d'inverno
2)Il cuore di Derfel
3)La torre in fiamme
4)Il tradimento
5)La spada perduta






„Merlino mi fissò. - Credi che tu, Derfel, o Artù possiate essere tanto forti da resistere a Nimue? Lei è una donna. Le donne ottengono sempre ciò che vogliono, e se per ottenerlo devono rovinare il mondo e tutto ciò che il mondo contiene, così sia.“


Trama

Prosegue la ricostruzione storica della vera vita di re Artù. Con il terzo dei cinque volumi della saga, Artù, negli anni di pace dopo il trattato con i Sassoni, regna in Dummonia in nome del piccolo Mordred, l'erede legittimo al trono ancora bambino. Mordred rivela, fin dalla più tenera età, un carattere odioso, crudele, ostinato e molti sperano che non possa mai salire al trono e che Artù assuma la piena sovranità, ma Artù ha giurato al vecchio Uther che Mordred sarebbe diventato re e per nulla al mondo intende rompere il giuramento...



„Non volevo parlare con Artù e non volevo vederlo. Salii sul promontorio e pregai gli dei, implorandoli di tornare in Britannia. Mentre pregavo, gli uomini del Kernow condussero la regina Isotta fino alla baia dove erano in attesa le due scure navi. I guerrieri, però, non la riportarono nel Kenow.

Invece di ritornare a casa, la principessa degli Uì Liathàin, quella bambina di quindici anni che correva a piedi nudi nelle onde e che aveva la voce flebile degli spiriti dei marinai nei venti salmastri, fu legata a un palo e attorno a lei venne accumulata la legna gettata sulla riva del mare, che ricopriva la spiaggia di Halcwym, e laggiù, sotto gli occhi implacabili del marito, venne bruciata viva. Il corpo del suo amante venne bruciato sulla stessa pira.
[... ]
Anche ora, quando chiudo gli occhi, a volte rivedo quella bambina uscire dal mare. Con il viso che sorride, il corpo sottile sotto la veste bianca aderente e le mani tese ad abbracciare il suo amante. Non posso sentire il grido di un gabbiano senza rivederla con l'occhio della mente, perché mi perseguiterà fino al giorno della mia morte, e anche dopo, dovunque andrà la mia anima, lei sarà laggiù; una bambina bruciata per ordine di un re, in base alle leggi, nello splendido regno di Camelot.“ 










Recensione

Buongiorno! Ebbene sì, ho terminato anche il terzo volume e me ne mancano solo due a conclusione di tutto... Come sempre chi racconta tutta la storia è Derfel Cadarn; anche in questo volume assistiamo a delle guerre, Artù fa giuramenti su giuramenti (e meno male che li odia i giuramenti!), anche se alcuni vengono spezzati; Merlino finge un'anzianità mai esistita, tutto perché sa che presto si scatenerà l'inferno e così sarà. Derfel farà i conti con la crudeltà dei finti druidi, nipoti di Tanaburs e arriverà a volerli uccidere (non vi dico perché altrimenti qua vi racconto tutto!); Morgana passa dalla parte dei cristiani; Nimue dirà la verità e cioé che il calderone è stato rubato e preso da chi non sarà MAI in grado di controllarlo, tanté che si scatenerà l'inferno e no, non è una battuta, perché succederà! Lancillotto ne combina una dietro l'altra, arrivando a compiere un atto osceno (non dirò cosa perchè succede alla fine del romanzo); i conflitti con i Sassoni sono finiti, e Artù e Derfel riescono a mettere sul trono Mordred (non l'avessero mai fatto dico io!), quel bambino è un demonio.. Tanté che a un certo punto ricomincia la guerra e addio la pace tanto agognata da Artù!
Ammetto che Tristano avrebbe dovuto avere un ruolo più spiccato, ma ormai è fatta.. E io so che fine fa, ma non ve lo dico per evitare di spoilerare troppo; sappiate però che certi giurametni non vanno fatti così alla leggera, perché poi si rischia di romperli.... vero Artù??? Preparatevi anche a fare scoperte fuori dall'ordinario, cose che non immaginereste MAI! Derfel e Artù, come ogni essere umano poi, tendono a litigare e ad arrivare a non rivolgersi la parola, ma poi fanno pace, anche se, probabilmente, per certi comportamenti il perdono non andrebbe concesso... 
Nel complesso è ttuto descritto alla perfezione, come ogni libro di questa serie, quindi fossi in voi proverei a leggerla!


La mia valutazione
5


Alla prossima

Luce <3



„Tuo padre è Aelle - asserì Merlino tranquillo.
Lo guardai con stupore. - Come lo sai?
- Ce l'hai scritto in faccia, Derfel. Questa notte, quando ti ho visto arrivare dalla porta della palizzata, per essere uguale a lui ti mancava solo un grande mantello di pelle di orso.

Mi sorrise. - Ti ricordavo come un ragazzino serio serio, tutto domande, con un'espressione corrucciata, ma questa sera sei giunto come un guerriero degli dei, una terrificante creatura di ferro e d'acciaio, di scudo e pennacchio.“


6 commenti:

  1. Great post dear! Have a wonderful day!
    xoxo

    Vildana from Living Like V

    RispondiElimina
  2. Forza! te ne mancano altri due :P
    Bella recensione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente.. ho già finito la saga.. mancano le recensioni, che pubblicherò domani e venerdì; poi la prossima settimana arriva altro <3

      Elimina
  3. Hai un modo avvincente di spiegare la trama di questa serie. Sei davvero bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Non credevo di essere così brava.. anche se dopo un anno e mezzo (a gennaio il blog compie due anni) dovrei aver capito che le mie recensioni a quanto pare sono interessanti :D

      Elimina