sabato 27 aprile 2019

Amicizia.. Se ne conosce il valore o viene sottovalutata?

 Buonasera! Oggi ho deciso di andare un po' fuori tema e parlare di amicizia..
É un termine  che si sente dire spesso, ma che credo venga parecchio sottovalutato.
Ci sono persone che si definiscono nostre amiche, ma che  poi, quando abbiamo bisogno, SPARISCONO, ci sono quelle che se hanno bisogno ti cercano, ma se sei tu ad avere bisogno, si volatizzano e  non le trovi piu'..
L'amicizia VERA non si trova facilmente, alcune a volte lo sembrano, ma se ci si allontana per poi non sentirsi piu', forse NON ERA cosi VERA; poi se si é di sesso opposto, capita che dopo qualche tempo, uno dei due cominci a provare qualcosa di piu' e se non si ricambia,
scatta di nuovo la lontananza...
Che c'é? Vi sto annoiando??? 😜 sorry gente, ma il blog lo gestisco io!!
Secondo me pero', gli AMICI con la A maiuscola si contano su una mano, a volte se ne ha solo uno/una o non se ne hanno proprio; nel mio caso ne ho poche ma buone di amiche e so di poter contare su di loro SEMPRE (anche perché, qui lo scrivo E NON LO NEGO, NON EONO FACILE DA SOPPORTARE 😅).
Quindi secondo me gli amici sono quelli che ti sopportano, conoscono tutto di te perché non puoi e non devi avere segreti con loro, cosi come loro con te.

Voi cosa pensate di questa cosa? Vi va di scrivermelo nei commenti?

Alla prossima

Luce <3


6 commenti:

  1. Grande, bello ed entusiasmante tema quello dell’amicizia.
    Sovente si sente dire che un amico lo si riconosce nel momento del bisogno ma se si riflette bene è molto più difficile che un amico ci rimanga accanto quando a noi le cose vanno benissimo e magari a lui no. Lì si vede davvero se l’amico gioisce per te e con te.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Concordo pienamente con te. L'amico è difficile da trovare, purtroppo tutti noi compresi, cercano sempre un tornaconto. Andando avanti con l'età te ne rendi sempre più conto. Io oggi credo di non avere più amici ma solo conoscenti. Ho 42 anni e a poco a poco tutti gli "amici" che ritenevo tali li ho eliminati perché non degni di questa parola. Ma va bene così, prima ci si resta male poi ci si abitua... Forse oggi ho più "amici" virtuali, grazie al blog.

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    Diventare amici secondo me non è poi difficilissimo... è molto più complesso rimanere amici, nel corso degli anni e nel corso della vita. Mettere da parte il proprio egoismo non è facile.

    RispondiElimina
  4. Penso semplicemente la stessa cosa ;)

    RispondiElimina
  5. Ciao! Questo è un tema su cui nell'ultimo periodo ho riflettuto molto, e ci sarebbe parecchio da dire. Quando circa 5 anni fa ho finito l'Università, credevo di essere circondata da tanti buoni amici, soprattutto conosciuti in ambito accademico. Ebbene, solo pochi di loro sono ancora miei amici adesso. Con alcuni l'amicizia si è semplicemente trasformata in una conoscenza, ma altri mi hanno sfacciatamente scaricato non appena ho avuto delle difficoltà. Non ho potuto fare a meno di chiedermi: non è che io ero utile a queste persone finché ero la più puntuale e precisa con lezioni ed esami… ed ora che abbiamo tutti impieghi diversi non servo più?!?

    Personalmente ho trovato anche brutto l'atteggiamento di alcune ragazze che, di fronte ad una convivenza o ad un matrimonio, hanno mollato le amiche, specie quelle forever alone come me. Questo purtroppo è un grande classico...

    RispondiElimina
  6. Gli amici veri sono pochi: sono d'accordo con te.
    E allora meglio tenerseli stretti e condividere con loro gioie e dolori.
    Le gioie raddoppiano e i dolori si dimezzano.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina